SCRIVERE IL CV IN INGLESE

QS World University Rankings: le migliori università al mondo

  • Sharebar

QS World University Rankings, una classifica delle migliori università al mondo, viene redatta prendendo in considerazione quattro fattori importanti per gli studenti: ricerca; insegnamento; internazionalizzazione e opportunità lavorative una volta finiti gli studi.

La classifica prende in considerazione oltre 2.000 università e ne include 700 nell’elenco definitivo.

Il punteggio viene calcolato usando:

Reputazione accademica (40% del punteggio finale)

In base ad un sondaggio di reputazione accademica distribuito a migliaia di professori di tutto il mondo.
A chi riceve il questionario viene chiesto di identificare le università che attualmente stanno creando la migliore ricerca nel loro settore.

L’utlizzo di un sondaggio, invece di contare il numero di citazioni in pubblicazioni accademiche, ha l’obiettivo di non favorire ingiustamente, secondo la classifica, materie dove si pubblica più frequentemente.

Reputazione presso datori di lavoro (10%)

Questo punteggio si basa su un sondaggio online a livello globale. Di nuovo, migliaia di datori di lavoro hanno contribuito identificando le università che laureano i migliori lavoratori. Di conseguenza si riesce così ad identificare le università più importanti sul mercato del lavoro e quelle che meglio preparano i propri studenti al mondo del lavoro.

Rapporto tra il numero di professori e studenti (20%)

Questa percentuale fornisce una misura delle risorse dedicate da parte dell’università all’insegnamento.

Citazioni per facoltà (20%)

Il numero di citazioni dimostra l’enfasi che l’università dà alla ricerca. Maggiore il numero di citazioni ricevuto da una pubblicazione, migliore la sua reputazione.

Percentuale di professori stranieri (5%) e percentuale di studenti stranieri (5%)

Le migliori università si fanno concorrenza per attirare i migliori studenti e professori stranieri. La loro percentuale di presenza rispetto al numero totale di studenti e professori fornisce una buona indicazione sulla reputazione internazionale dell’università.

Il sito di QS World University Rankings mette a disposizione la classifica e per ogni università avete l’opportunità di vederne il profilo completo, il posizionamento in classifica durante gli anni passati e i dati salienti quali i punteggi raggiunti nelle varie graduatorie ed le tasse di iscrizione.

Potete così analizzare la posizione della vostra università di appartenenza o quella dove volete andare a studiare.

Ecco le prime 100 università in questa classifica:

1 Massachusetts Institute of Technology (MIT) Stati Uniti
2 University of Cambridge Regno Unito
3 Harvard University Stati Uniti
4 UCL (University College London) Regno Unito
5 University of Oxford Regno Unito
6 Imperial College London Regno Unito
7 Yale University Stati Uniti
8 University of Chicago Stati Uniti
9 Princeton University Stati Uniti
10 California Institute of Technology (Caltech) Stati Uniti
11 Columbia University Stati Uniti
12 University of Pennsylvania Stati Uniti
13 ETH Zurich (Swiss Federal Institute of Technology) Svizzera
14 Cornell University Stati Uniti
15 Stanford University Stati Uniti
16 Johns Hopkins University Stati Uniti
17 University of Michigan Stati Uniti
18 McGill University Canada
19 University of Toronto Canada
20 Duke University Stati Uniti
21 University of Edinburgh Regno Unito
22 University of California, Berkeley (UCB) Stati Uniti
23 University of Hong Kong Hong Kong
24 Australian National University Australia
25 National University of Singapore (NUS) Singapore
26 King’s College London (University of London) Regno Unito
27 Northwestern University Stati Uniti
28 University of Bristol Regno Unito
29 Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne Svizzera
30 The University of Tokyo Giappone
31 University of California, Los Angeles (UCLA) Stati Uniti
32 The University of Manchester Regno Unito
33 The Hong Kong University of Science and Technology Hong Kong
34 École Normale Supérieure, Parigi Francia
35 Kyoto University Giappone
36 The University of Melbourne Australia
37 Seoul National University Corea del Sud
38 University of Wisconsin-Madison Stati Uniti
39 The University of Sydney Australia
40 The Chinese University of Hong Kong Hong Kong
41 Ecole Polytechnique Francia
42 Brown University Stati Uniti
43 New York University (NYU) Stati Uniti
44 Peking University Cina
45 University of British Columbia Canada
46 The University of Queensland Australia
47 Nanyang Technological University (NTU) Singapore
48 Tsinghua University Cina
49 Carnegie Mellon University Stati Uniti
50 Osaka University Giappone
51 University of Copenhagen Danimarca
52 The University of New South Wales Australia
53 Technische Universität München Germania
54 University of Glasgow Regno Unito
55 Ruprecht-Karls-Universität Heidelberg Germania
56 University of Illinois at Urbana-Champaign Stati Uniti
57 University of North Carolina, Chapel Hill Stati Uniti
58 The University of Warwick Regno Unito
59 University of Washington Stati Uniti
60 Ludwig-Maximilians-Universität München Germania
61 Monash University Australia
62 University of Amsterdam Olanda
63 KAIST – Korea Advanced Institute of Science & Technology Corea del Sud
64 Boston University Stati Uniti
65 Tokyo Institute of Technology Giappone
66 The University of Sheffield Regno Unito
67 Trinity College Dublin Irlanda
68 University of Texas at Austin Stati Uniti
69 London School of Economics and Political Science (LSE) Regno Unito
70 University of California, San Diego (UCSD) Stati Uniti
71 Lund University Svezia
72 The University of Nottingham Regno Unito
73 University of Southampton Regno Unito
74 University of Geneva Svizzera
75= Leiden University Olanda
75= Tohoku University Giappone
77 University of Birmingham Regno Unito
78 University of Helsinki Finlandia
79 The University of Western Australia Australia
80 National Taiwan University (NTU) Taiwan
81 Uppsala University Svezia
82 KU Leuven Belgio
83 The University of Auckland Nuova Zelanda
84 Washington University in St. Louis Stati Uniti
85 Utrecht University Olanda
86 Nagoya University Giappone
87 Freie Universität Berlin Germania
88 Georgia Institute of Technology Stati Uniti
89 Aarhus University Danimarca
90= Fudan University Cina
90= University of Zurich Svizzera
92 Durham University Regno Unito
93 University of St Andrews Regno Unito
94 University of Leeds Regno Unito
95= City University of Hong Kong Hong Kong
95= Purdue University Stati Uniti
97 Pohang University of Science And Technology (POSTECH) Corea del Sud
98 University of Pittsburgh Stati Uniti
99 Erasmus University Rotterdam Olanda
100 University of California, Davis Stati Uniti

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Alex

    Queste classifiche lasciano il tempo che trovano – come fanno Bologna e La Sapienza a stare nei primi 100 nella lista delle Humanities vorrei proprio saperlo ché a Roma a Lettere manco hanno la macchina fotocopiatrice e non ci sono più prof di fama come negli anni ’90. Idem Bologna. Le università cinesi poi, fanno ridere, perché hanno un livello d’insegnamento delle materie umanistiche che fa pena.

  • Klaudia

    Personalmente
    dubito che la facoltà d’ingegneria della Normale di Pisa abbia qualcosa da
    invidiare all’ETH di Zurigo! Come mai la maggioranza sono tutte università
    anglosassoni? Bisognerebbe investigare… “La Sapienza” è il più grande ateneo
    universitario europeo e si può dire gratuito e si sa che quantità non fa rima
    con qualità, ma forse non è questo il caso. Scindere tra preparazione
    universitaria dei professori e “qualità” dell’ambiente intesa come
    ergonomia negli studi è indispensabile! Di fronte alla scelta: La Sapienza, dove
    a volte non si trovano le sedie per seguire le lezioni… e università del tipo”american
    campus” dove tutto è “fun” e c’è tempo per tutto, anche per lo
    sport, quale scegliereste? E di quale di queste due avreste un ricordo migliore
    in seguito quando vi chiederanno del rank? Ciò non toglie e non deve
    assolutamente essere limitante, che in Italia ci sono i migliori professori,
    che a volte fanno consulenza privata per via dei salari bassissimi che ci sono
    purtroppo nel nostro paese deprivando gli studenti di prezioso tempo da
    dedicare all’apprendimento! P.S. quasi tutte le università citate sono a
    pagamento

  • http://www.facebook.com/claudio.migliorini Claudio Migliorini

    Be gran parte del punteggio la fa la votazione del professore stessi nei confronti dell’ateneo nel quale lavora/ricerca, non mi sembra assurdo che l’italia non sia manco nominata in questa classifica anzi. Non ho mai incontrato un professore che fosse soddisfatto del modo in cui può operare. Non hanno i fondi per le ricerche, non hanno i fondi per i mezzi, non vengono pagati una mazza, e in più l’organizzazione e la meritocrazia sono appannaggio di pochi… insomma, al di la che abbiamo ottimi scienziati (che per lo più espatriano), l’università italiana fa pena.
    Spesso fuori tempo con le richieste del mercato, almeno nei settori tecnologici, spesso con docenza improvvisata e mal gestita, spesso con attività che nulla hanno a che vedere con la professione, spesso con laboratori inesistenti o mai utilizzati. Insomma da studente, non sono soddisfatto di come vanno le cose nei nostri atenei (pubblici).

  • Iorfus

    I criteri sono spiegati. In base a questi criteri le università italiane le trovi più in basso. Le classifiche sono fatte in base ai criteri, non significa che in una posta più in alto tutti gli studenti si trovano meglio. Infatti queste classifiche hanno un’utilità limitata.

  • Konia

    Ad essere sinceri, non so come funziona negli Stati Uniti, ma non si può dire che nelle università del Regno Unito tutto è “fun” e c’è tempo per qualsiasi cosa, anzi penso che il tempo che loro dedicano allo studio sia lo stesso, se non maggiore, che gli Italiani dedicano al loro. Mi spiego meglio: loro durante tutto il semestre devono studiare, produrre essays e lavorare in gruppo, per poi avere al termine del semestre gli esami; in Italia invece tutto si concentra nel periodo degli esami, durante il quale gli studenti non hanno lezione. Adesso va detto che gli studenti nel Regno Unito hanno più vacanze di quante invece ne hanno gli Italiani, ma è anche vero che solitamente l’estate è utilizzata per degli stage, spesso organizzati attraverso l’università. Suppongo che negli Stati Uniti il modello è molto simile. Dire quindi che le università anglosassoni si trovano in quella posizione per il divertimento che gli studenti hanno, mi sembra un po’ affrettato, soprattutto perché le università che si trovano tra le prime posizioni sono le più rinomate per lo studio richiesto. A mio parere poi, l’ambiente fa la differenza, soprattutto se i professori sono aggiornati e se hanno abbastanza tempo da dedicare ai propri studenti. Questo non toglie che generalizzare è sbagliato e che ovviamente ci sono tanti professori validi anche in Italia.


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube