SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Over 50 e colloquio di lavoro alle porte? Come rispondere a domande relative all’età

  • Sharebar

In un articolo pubblicato sull’Huffington Post, Mary Eileen Williams spiega come rispondere a domande relative all’età durante il colloquio di lavoro se avete più di cinquant’anni.

La signora Williams si occupa da decenni di aiutare aspiranti lavoratori di mezz’età a trovare un lavoro ed una carriera soddisfacente.

Oltre alle solite domande che verranno fatte durante un colloquio di lavoro “normale” nel mercato del lavoro anglosassone, ne esistono due in particolare che sono delicate per chi ha una certa età.

I suggerimenti della signora Williams secondo me sono molto utili innanzitutto per prepararsi all’eventualità di dover rispondere a queste domande. In secondo luogo per prepararsi risposte che aiutino a lasciare una buona impressione nel vostro interlocutore.

La prima domanda è ‘What do you plan to be doing in five years?’, “cosa pensi che farai tra cinque anni?”

Questa è una domanda classica fatta durante il colloquio di lavoro per cercare di capire le ambizioni ed i progetti del candidato.

Per chi ha più di cinquant’anni questa può essere una domanda difficile in quanto è possibile che stiate pensando di andare in pensione o quasi….

Ovviamente questa non è la risposta che volete dare, neanche scherzando.

Il suggerimento da parte della signora Williams è quello di essere molto diplomatici rispondendo in modo positivo e allo stesso tempo un po’ vago dicendo qualcosa tipo:

“I like what I do and think I’m good at it. I’m sure a position such as this would provide me with many enjoyable challenges. I look forward to enlarging my skill set and taking advantage of any career opportunities that come my way.”

che vuol dire “mi piace fare quello che faccio e penso di essere bravo a farlo. Penso che una posizione lavorativa come quella che offrite fornirà molte sfide interessanti. Sono interessato a allargare le mie competenze e approfittare di ogni opportunità di carriera che si presenti.”

In questo modo spiegate che siete interessati ad abbinare la vostra crescita personale a quella dell’azienda.

La seconda domanda alla quale è “difficile” rispondere è:

“Aren’t you overqualified for the position?”

“non sei fin troppo qualificato per la posizione di lavoro?”

In realtà questa domanda viene chiesta non spessissimo perché se vi hanno invitato ad un colloquio di lavoro vuol dire che l’hanno già valutata. Detto ciò è possibile che chi vi sta facendo il colloquio di lavoro si senta “minacciato” da voi e dalla vostra esperienza.

Di nuovo, si tratta di rispondere in modo diplomatico e vago in modo da proporre un qualcosa di positivo:

“My work gives me great satisfaction. I’m certain that working in a firm such as this will afford me many exciting challenges and opportunities for growth. Each organization is different and I look forward to learning new ways of doing my job and acting as a supportive member of your team.”

che vuol dire

“il mio lavoro mi dà grandi soddisfazioni. Sono certo che un’azienda come la vostra fornirà interessanti sfide ed opportunità di crescita. Ogni azienda è diversa e sono molto interessato ad imparare nuovi metodi per espletare il mio lavoro in qualità di membro fedele del vostro team.”

Oppure

“I’m looking for a position where my skills and experience can contribute to the bottom line. Because of my years of experience, I’m sure I can hit the ground running and make a real difference to your team.”

tradotto in

“sto cercando una posizione di lavoro dove le mie competenze ed esperienza possano contribuire al profitto dell’azienda. Grazie ai miei anni di esperienza, sono sicuro di iniziare a contribuire molto velocemente, creando valore aggiunto per il vostro team.”

se invece state cercando una posizione di lavoro che richieda meno responsabilità rispetto a quelle alle quali siete abituati, potete dire qualcosa tipo:

“I’ve enjoyed my role as a manager but, at this time in my career, have come to the realization that I prefer doing the hands-on work myself. I get a real boost by seeing a tangible result from my efforts, so this position should be a perfect fit for me and my current career path.”

cioè

“ho molto apprezzato il mio ruolo come manager però, a questo punto della mia carriera, ho capito che preferisco dedicarmi a fare il lavoro che era dei miei dipendenti. Ottengo grandi soddisfazioni nel vedere risultati tangibili prodotti dal mio lavoro quindi questa posizione sarebbe una combinazione perfetta per me ed il sentiero di carriera che voglio intraprendere.”

In pratica il consiglio è quello di evitare di mettersi sulla difensiva bensì rispondere in modo positivo però diplomatico, “deviando” la questione età riportando il discorso sul contributo che si può dare all’azienda.

Corso Inglese Colloquio di Lavoro

Commenta su Facebook

commenti


Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • m.fossa

    I think your article could give many useful insights. Thank you for sharing your experience

  • giuliana

    Grazie! Sono d’accordo con questi suggerimenti, che trovo molto utili per mio marito, in pensione dopo una soddisfacente carriera nell’esercito e che a 55 anni sta cercando di reinvestire tutta la sua esperienza sul campo come consulente per la sicurezza all’estero……. una domanda, però: forse ho capito male io, ma per la Nuova Zelanda e l’Australia è necessario effettuare un consistente deposito (circa 200,000 euro) se non si entra con un lavoro? Non basta la propria pensione come reddito?


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube