Classifica delle città più vivibili al mondo – Agosto 2012

World Nomads Assicurazione Viaggi

L’Economist Intelligence Unit ha appena pubblicato l’aggiornamento di agosto della classifica delle città più vivibili al mondo.

Questa classifica viene aggiornata ogni sei mesi ed è nata per fornire informazioni ai reparti delle risorse umane di multinazionali per capire quanti ‘benefit’ devono fornire agli ‘expat’ per andare a lavorare all’estero.

L’obiettivo è quello di fornire una valutazione di quali siano le migliori (e peggiori) città al mondo dove vivere.

La metodologia si basa sull’assegnazione di un punteggio per quel che riguarda 30 fattori sia qualitativi che quantitativi.

Questi possono essere raggruppati in cinque categorie di ampio respiro:

  • stabilità;
  • sanità;
  • cultura ed ambiente;
  • istruzione e
  • infrastruttura.

L’ultima edizione non registra grandi cambiamenti rispetto alla precedente.

Melbourne rimane la città più vivibile tra le 140 prese in considerazione, seguita da Vienna.

I punteggi e la classifica relativa alle 65 città più vivibili rimanangono identici a sei mesi fa.

Ciò è dovuto principalmente ad una relativa stabilità delle economie rispetto alla crisi economica globale di alcuni anni fa. Detto ciò la crisi dell’euro zona può aver rallentato miglioramenti nella vivibilità di alcune città in Europa, causando la staticità del loro punteggio.

Altrove investimenti in infrastrutture, ad esempio in Australia o a Vancouver, sono causando leggeri problemi di vivibilità nel breve termine ma dovrebbero fornire miglioramenti a lungo termine.

Viene fatto notare che esiste poca differenza tra le prime 10 città più vivibili: il punteggio di Auckland, Nuova Zelanda, è inferiore a quello di Melbourne di soli 1,8 punti percentuali.

La grande presenza di città australiane e canadesi in cima alla classifica viene spiegata in parte con la bassa densità di popolazione. La densità di popolazione media nelle città in Canada è di 3,40 persone per kilometro quadrato mentre in Australia è di 2,88 persone per kilometro quadrato. La media mondiale è di 45,65.

È molto probabile che ciò influenza anche il più basso tasso di criminalità. Ad esempio, Melbourne e Vancouver hanno tassi di omicidi annuali di 2,7 e 2,5 ogni 100.000 abitanti. La media dagli Stati Uniti è di 4,8 omicidi ogni 100.000 persone mentre in Sudafrica il tasso è di 31,9.

Va evidenziato che tutte le città fino al 63º posto (Santiago del Cile) vengono considerate ‘vivibili’ e con pochi problemi rispetto al resto delle altre città mondiali.

Le 10 città più vivibili al mondo sono:

  1. Melbourne (Australia)
  2. Vienna (Austria)
  3. Vancouver (Canada)
  4. Toronto (Canada)
  5. Calgary (Canada)
  6. Adelaide (Australia)
  7. Sydney (Australia)
  8. Helsinki (Finlandia)
  9. Perth (Australia)
  10. Auckland (Nuova Zelanda)

mentre le 10 città meno vivibili al mondo sono:

  • Abidjan (Costa d’Avorio)
  • Teheran (Iran)
  • Douala (Camerun)
  • Tripoli (Libia)
  • Karachi (Pakistan)
  • Algeri (Algeria)
  • Harare (Zimbabwe)
  • Lagos (Nigeria)
  • Port Moresby (Papua Nuova Guinea)

e ultima

Dhaka (Bangladesh)

Voi vivete in queste città? Qual è la vostra impressione?

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta