Disoccupata a 39 anni, mi re-invento come online tutor di italiano

  • Sharebar

Serena Foschi si ritrova disoccupata a 39 anni e si re-inventa come online tutor di italiano.

Insegna italiano a stranieri utilizzando internet e vari strumenti virtuali primo tra i quali il suo blog Serena Italian’s blog.

Ci descrivi il tuo passato lavorativo prima di dedicarti all’insegnamento delle lingue?

Avevo già lavorato in Germania, in varie città, come traduttrice e interprete (ITA – DEU, DEU – ITA) negli anni ’90.

Poi, per ragioni familiari sono stata costretta a tornare in Italia, a Roma, la città in cui sono nata.

Lì ho lavorato prima in vari call center e poi come segretaria.

Dei conoscenti mi proposero un posto come consulente organizzativa aziendale per delle grandi compagnie internazionali, sempre a progetto per ben 8 anni.

Il lavoro di consulente è arrivato un po’ per caso, dal momento che ho compiuto studi linguistici.

In quel periodo avevo grosse difficoltà finanziarie e la consulenza era l’unica opportunità di lavoro che mi si prospettava, così accettai senza pensarci troppo.

Il lavoro mi piaceva molto ed anche se agli inizi mi sentivo un pesce fuor d’acqua con il tempo penso di aver acquisito l’esperienza necessaria per ottenere dei buoni risultati.

Come hai poi compiuto il salto verso l’insegnamento online a tempo pieno?

Con l’inizio della crisi nel 2008 il contratto a progetto non mi venne rinnovato così mi ritrovai ancora una volta, alla veneranda età di 39 anni, disoccupata.

Più per non cadere in depressione ed avere qualcosa da fare mi ricordai delle lezioni private d’inglese e tedesco che tenevo a liceali italiani nel periodo universitario.

Erano le classiche “ripetizioni” tradizionali svolte a casa, ma che mi divertivano molto, soprattutto nella preparazione delle lezioni prima dell’arrivo dello studente e la soddisfazione nel suscitare interesse nell’ascoltatore.

Inoltre il mio percorso universitario presenta tre annualità di Metodologia dell’insegnamento linguistico che mi potevano tornare utili.

Last but not least, i miei amici e ex colleghi di lavoro spontaneamente erano soliti dirmi che sarei potuta diventare una brava insegnante.

Cosa insegni e quali piattaforme usi?

Non avrebbe avuto senso riprendere le classiche “ripetizioni”, soprattutto perchè il mio obiettivo era quello di insegnare la mia lingua materna, l’italiano, agli stranieri nel resto del mondo.

Fondai il blog Serena Italian per farmi conoscere e fornire brevi spiegazioni, consigli ed informazioni sulla lingua italiana.

Gli studenti mi contattano per email attraverso il blog ed io fornisco loro una lezione di prova gratuita della durata di 30 minuti, in modo da conoscerci meglio e di capire le esigenze riguardanti non solo la lingua italiana, ma anche l’orario e la frequenza delle lezioni.

Di solito i miei studenti rimangono soddisfatti della lezione di prova ed acquistano lezioni singole o pacchetti scontati tramite Paypal.

Per le lezioni online uso la video chat di SKYPE e mando il materiale di studio allo studente come PDF o file mp3 per email.

Faccio svolgere anche dei compiti e dei test extra, ovviamente tutto incluso nel costo delle lezioni.

Insegno soprattutto italiano, ma anche inglese e tedesco.

Che titoli bisogna avere per fare quello che fai tu?

Oltre alle tre annualità di Metodologia dell’insegnamento linguistico fatte all’Università, mi sono formata (ed ancora studio) su testi di insegnamento linguistico rivolti a varie fasce d’età.

Ma quello che più conta è la passione, come in tutte le professioni nuove che si sceglie di intraprendere.

Sono io stessa una studentessa di cinese mandarino e giapponese, per cui comprendo perfettamente i sacrifici e gli sforzi da affrontare quando si inizia a studiare una lingua straniera.

Le soddisfazioni però sono impagabili quando si riesce a comunicare e a farsi capire all’estero senza il bisogno di una guida!

E’ come se si aprisse un mondo totalmente nuovo e tutto da esplorare!

Puoi darci un idea di come cresce l’attività di tutor online nel tempo? Quanto ci vuole per riuscire a crearsi una carriera?

Purtroppo i tempi sono lunghi e ci vuole tantissima pazienza.

Bisogna farsi conoscere e non perdere le speranze se all’inizio nonostante tutti i post e gli annunci disseminati sul web nessuno mandi una email voglioso di iniziare il tuo bel corso di lingua.

Per quanto riguarda me, ci è voluto poco più di un anno prima di avere un gruppetto di studenti affezionati.

Per questo consiglio sempre ai giovani colleghi di intraprendere l’attività di tutor online come seconda attività part time, per poi svilupparla come principale nel tempo.

Come mai ti sei trasferita a Stoccarda?

Conosco bene questa città. Vivevo a Stoccarda prima di tornare in Italia agli inizi del 2000. Per questo ho scelto di tornare a vivere qui.

Ho buoni amici e mi sento a casa. Inoltre è una città del Sud della Germania per cui il tempo è migliore rispetto al resto del paese.

Che consigli daresti a chi vuole seguire le tue orme?

Di non arrendersi e investire tanto tempo nel marketing online di questa attività, anche se i risultati tardassero a venire.

Inoltre consiglio di iniziare l’insegnamento online come attività secondaria.

Grazie Serena e buon proseguimento!


Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • Scet

    Complimenti!
    Suppongo che la concorrenza sia spietata…

  • http://www.facebook.com/people/Ylenia-Bellantoni/1277521335 Ylenia Bellantoni

    come mai non hai lavorato come traduttrice e interprete in Italia?

  • Scet

    Nel suo articolo ha scritto che accettò il lavoro di “consulente aziendale” perché “era l’unica opportunità di lavoro”. Evidentemente le offerte per traduttori/interpreti in Italia sono troppo scarse…

  • Alex

    Brava, intelligente, coraggiosa e… pure carina : )

  • http://www.facebook.com/serena.italiana Serena Italiana

    Scusate se rispondo con tanto ritardo, ma le cose da organizzare qui sono ancora tante. Riguardo alla tua domanda, Ylenia, sì, la risposta di Scet è azzeccata: le opportunità come interprete e traduttrice erano quasi nulle e pagate una miseria. Non avrei mai potuto sopravvivere.
    Contattatemi ancora per altre domande. Mi fa piacere e mi sento un po’ a casa.
    Serena

  • http://www.facebook.com/serena.italiana Serena Italiana

    Non proprio se conti che il mercato è rappresentato dal mondo intero.

  • http://www.facebook.com/serena.italiana Serena Italiana

    Grazie! (blushing….)

  • Vael

    Complimenti Serena. Piacerebbe pure a me fare la stessa cosa

  • Vael

    Ti contatterò al più presto per avere dei consigli al riguardo

  • sonia

    Ciao Serena!
    Ho letto il tuo articolo e lo trovo interessante! Approfitto della tua gentilezza per porti delle domande: per diventare tutor online hai dovuto affrontare un percorso burocratico? Aprire una partiva iva? è necessario avere delle competenze specifiche? Ti ringrazio molto ed in bocca al lupo per la tua attività


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube