Professionisti Italiani a Boston

World Nomads Assicurazione Viaggi

Per chi intende andare a lavorare o a studiare a Boston, esiste un gruppo di Italiani che può fare al caso vostro.

Professionisti Italiani a Boston è un gruppo fondato nel 2009 formato da professionisti, imprenditori, artisti e ricercatori che lavorano a Boston e vogliono organizzare, promuovere e partecipare a iniziative di networking, sia a livello professionale che sociale.

Gli obiettivi del gruppo sono:

  • mettere in contatto professionisti italiani a Boston
  • promuovere l’integrazione professionale tra gli italiani ed i colleghi non italiani
  • facilitare le collaborazioni tra i membri del gruppo con altri gruppi simili internazionali
  • promuovere l’italianità a Boston
  • fare da ponte tra l’Italia e i professionisti italiani a Boston

Giovanni Abbadessa è uno dei fondatori di Professionisti Italiani a Boston e di Professionisti Italiani all’Estero. Coordina la gestione del gruppo, le iniziative di partnership e partecipa alla pianificazione e alla logistica degli eventi organizzati.

Giovanni gentilmente ha risposto ad alcune domande.

Quali sono i settori più appetibili offerti da Boston a professionisti italiani?

Ricerca biomedica pubblica e privata (il 28% dei membri di PIBoston lavora in questo settore); ricerca tecnologica pubblica e privata (25%) e medicina.

Quali caratteristiche professionali sono maggiormente rappresentate nel vostro gruppo?

Per quello che riguarda le posizioni lavorative, il 17% dei membri lavora come Professore presso istituzioni accademiche statunitensi oppure come CEO/President/Founder/Partner di aziende private.

Il 21% lavora come Assistente Universitario, Direttore o Consulente.

Un 40% poi si trova a Boston per condurre attività di ricerca o postdoc oppure lavora come manager o analista nel settore privato.

Per quello che riguarda gli studenti, essi costituiscono il 7% dei nostri membri.

Quali sono i primi passi pratici che consiglieresti di fare a chi vuole emigrare verso Boston?

Avere una formazione accademica avanzata e esperienza lavorativa specialistica; solo con entrambe si possono avere buone chances di convincere un’azienda ad impegnarsi a fare un visto di lavoro invece di assumere un americano.

Per l’accademia basta la formazione, non è necessario aver già lavorato, anche se è molto meglio.

Lati negativi della vita a Boston?

Fa freddo da novembre ad aprile – spesso con neve da fine dicembre a marzo

Boston

Boston

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta