Apro un’attività in Colombia

World Nomads Assicurazione Viaggi

Cristina Marsan ha deciso di aprire un’attività in Colombia

Ecco la sua esperienza.

Ci descrivi la tua esperienza lavorativa in Italia?

Una corsa in un mondo di lupi.

Ho sempre fatto mille lavori e studiato.

Ogni lavoro, anche quello che può sembrare il più insignificante ti sarà utile in futuro.

Ho lavorato nei villaggi, nella moda , nell’editoria, teatro ….

Studiando economia.

Successivamente 3 master senza mai abbandonare il lavoro.

Dalla grande distribuzione al retail e successivamente in proprio.


Cosa ti ha portato in Colombia?

Un viaggio.

Il desiderio di andarci dopo aver visto nel 2005 una serie tv spagnola che mi ha affascinato.

E nel 2011 il viaggio da turista alla scoperta di un Paese.

Che attività stai aprendo in Colombia?

Un negozio bio, il primo di una serie; una showroom per accogliere i clienti per la vendita all’ingrosso e una produzione di alcuni articoli del tessile, della cosmesi e del food.

Perché in Colombia e non in Italia?

Perché le persone in Italia non sono in grado di essere umili e non hanno più né valori né sanno sacrificarsi ma una volta studiato hanno la pretesa di essere tutti manager.

Qui le persone vogliono lavorare e imparare.

Gli italiani non vogliono lavorare , pretendono.

Bisogna accontentarsi di fare qualsiasi lavoro.

Io, con laurea master corsi di specializzazione e esperienza come dirigente in varie multinazionali, continuo ad acquisire esperienze con lavori diversi, come attrice, coreografa, graphic design, consulenza, docente ecc ecc

Qual è la trafila burocratica per aprire un’attività in Colombia?

Complicata ma come in Italia.

Ogni Paese ha le sue leggi e i suoi canali.

Incontra altri Expat in Italia e all'estero

Bisogna studiare, informarsi e chiedere.

Trovi gente competente e disponibile e gente ignorante .

Com’è stato il primo impatto con questa nazione sudamericana?

Meraviglioso.

Un clima fantastico, persone sorridenti e disponibili.

Un ambiente chiuso difficile da farsi accettare.

Sola. Bisogna esserne capaci e avere pazienza con il tempo si fa amicizia, ti conoscono, si viene accettati e le cose diventano un po’ più facili.

Che consigli daresti agli aspiranti imprenditori che vogliono partire per la Colombia ed aprire un’attività in loco?

Umiltà, pazienza, curiosità e ascolto dei segnali che il mercato ci dà continuamente. Analisi e attenzione.

E’ facile sbagliare, prevedere è meglio che rimediare.

Non avere fretta, si comincia passo per passo.

Non bisogna avere manie di grandezza.

Se il business è quello giusto i tempi si restringono.

Grazie Cristina ed in bocca al lupo per la tua avventura in Colombia!

Colombia su Italiansinfuga

Colombia su Italiansinfuga


Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta