SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Couchsurfing mi ha cambiato la vita

  • Sharebar

Recentemente Aldo ha scritto un articolo nel quale menzionava Couchsurfing tra le opportunità per trovare un tetto durante i nostri pellegrinaggi a caccia di lavoro, sottolineando il vantaggio che Couchsurfing non solo è un modo per trovare alloggio gratuitamente ma anche per socializzare.

Gli ho scritto che, da couchsurfer, ho apprezzato che avesse sottolineato anche questo secondo aspetto, che è fondamentale.

Lo scambio di mail è finito che adesso mi tocca scrivere un articolo su Couchsurfing, cosa che faccio con molto piacere perché vorrei condividere con voi qualcosa di bello che, come ho detto ad Aldo, mi ha cambiato la vita.

Seguo Italiansinfuga da qualche mese; chi mi conosce bene dice che sono estroverso ed avventuroso; chi non mi conosce bene dice che sono anche bello e simpatico e questo è il problema delle prime impressioni: che spesso sono vere.

Di professione faccio il metallurgista, il che a molti potrebbe non dire niente e a qualcuno potrebbe far venire in mente il film “Mimì metallurgico”. In realtà immaginatemi come un medico dei metalli, con indosso un camice bianco mentre guardo nel microscopio (tipo CSI, tanto per tirarmela un po’).

Sono di Bergamo (de hòta) e, per seguire una buona opportunità lavorativa in questo campo, mi sono trasferito a Brescia quattro anni fa; non molto lontano quindi, ma abbastanza per diradare ancora di più i contatti con gli amici, già falcidiati da morose, mogli e figli.

Per di più mi sono trasferito in una zona di campagna e questo, unitamente agli impegni lavorativi, non mi ha aiutato certo nel mantenere una soddisfacente attività sociale.

Un mio amico, al quale avevo confidato di sentirmi un po’ solo, mi consigliò di non avere troppi pregiudizi sulle social community in Internet, verso le quali invece ero abbastanza scettico, pensando che fossero tutte costituite da persone con difficoltà relazionali nella vita reale, che avevano bisogno di un alter ego digitale. Quanto mi sbagliavo!

Ad aprile 2010 mi sono iscritto a Couchsurfing (abbreviato “CS”), di cui avevo sentito parlare in coda ad una delle puntate di “Report”.

Ma avere un profilo su CS non vuol dire niente, le cose non accadono da sole. Un giorno di gennaio 2011, sapendo che avrei avuto qualche ora libera a Milano, ho provato a postare un messaggio sul gruppo CS della città, cercando qualcuno che mi tenesse compagnia davanti ad una birra e pensando che avrei ricevuto solo risposte digitali. E invece: 25 persone tra cui 2 australiani, un americano, un gruppo di amici francesi e qualcuno dell’est Europa, più tutto un corollario di gente simpatica ed estroversa. Ooops! Ma chi sono questi?

Da allora è passato un anno e mezzo: ho ospitato quasi 30 persone da tutto il mondo, sono stato ospitato in Italia, Francia, Inghilterra e Canarie, faccio parte dei gruppi di molte città, ho conosciuto tante persone fantastiche ed ho stretto amicizie importanti.

www.couchsurfing.org è una comunità nata su internet pochi anni fa, che ora conta 3 milioni e mezzo di iscritti. Promuove in primis l’ospitalità gratuita tra gli iscritti, lo scambio di esperienze e, indirettamente, il confronto interculturale, con l’obiettivo della formazione di una comunità dove la reciproca accettazione e il senso di appartenenza sino le basi per la formazione di autentici rapporti di amicizia e fiducia reciproca.

Questo viene effettivamente raggiunto mediante alcune regole e strumenti che sono basilari, tra cui: referenze e garanzie che i membri si rilasciano l’un l’altro e che funzionano come i feedback per ebay. Tali feedback vengono lasciati solo dopo aver conosciuto personalmente i membri. I comportamenti scorretti sono fortemente controproducenti.

I profili fake non hanno vita e lo spam commerciale è molto contenuto.

Anyway, dal sito ufficiale ecco la vision , la mission ed i principi guida.

Cosa è Couchsurfing per me?

E’ una famiglia, la possibilità di conoscere persone interessanti ed originali, un divertimento, la consapevolezza che ovunque vada ho uno strumento che mi può mettere in contatto con persone di cui mi possa tendenzialmente fidare, l’opportunità di viaggiare anche stando a casa, ospitando persone dalle culture più disparate; un allenamento alla tolleranza, una comunità che ha valori come la condivisione e la generosità disinteressata.

E’ organizzare le cose più strambe e sapere che invece di rinunce sarà una gara al rialzo.

E’ cenare Tailandese a casa mia come se fosse nel migliore ristorante di Bangkok, è sapere come si viveva in un Kibbutz.

Couchsurfing

Couchsurfing

Chi sono i couchsurfer?

Mediamente persone dalla mentalità aperta, con un livello culturale tendenzialmente alto, aperte al prossimo, curiose, estroverse. se non veri e propri organizzatori incalliti.

CS è una comunità varia tanto quanto lo sono le persone, trasversale ad ogni cultura, razza, religione, orientamento politico.

Vi è chi lo usa solo per viaggiare, chi solo per ospitare, chi solo per socializzare, chi tutte le cose assieme.

Mi sento di consigliare CS a chi vuole ampliare i propri orizzonti, a chi è curioso e a chi vuole mettersi in gioco, a chi vuole far parte di una community di persone vere.

Mi sento di sconsigliare CS a chi pensa di aver trovato dei fessi che ospitano gratuitamente, alle volte cucinano pure per gli ospiti e li portano in giro. A chi pensa che essere ospitati sia un po’ come tornare dalla mamma, a chi non ha chiaro il concetto di condivisione e rispetto.

Infine, Couchsurfing non è da solo: vi sono altri siti simili come www.bewelcome.org oppure www.hospitalityclub.org . A voi la scelta.

Massimiliano Vezzoli

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • ellemiao

    Ciao Massimiliano! Leggo con trepidazione le tue parole: avrò l mia prima esperienza di CS la prossima settimana!
    Sarò ospite di una ragazza a Roma e non vedo l’ora di conoscerla…
    Ho da poco scoperto questa fantastica opportunità di viaggiare che, come giustamente sottolinei, non è solo “viaggiare” ma è imparare, conoscere, scambiare, diventare grandi….
    Ho sempre desiderato viaggiare, ma per questioni innanzitutto economiche finora mi sono concessa troppo poco questo piacere.
    Ora ho deciso di cambiare: grazie a CS non vedo più il viaggio come un’esperienza “irraggiungibile”, ma alla mia portata;
    e in più arricchita di una preziosissima componente: lo scambio e la socializzazione.
    Tutto ciò con il fine di ampliare gli orizzonti, e non solo geografici!
    Condivido pienamente il tuo pensiero.
    Elena


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube