SCRIVERE IL CV IN INGLESE

10 cose da fare mentre siete disoccupati

  • Sharebar

Secondo un articolo pubblicato da Forbes, se siete disoccupati e preoccupati che i datori di lavoro all’estero vi ignoreranno perché avete accettato lavori meno “appariscenti” oppure perché avete grossi buchi temporali nel vostro curriculum, non dovete andare in panico.

Un nuovo sondaggio pubblicato da CareerBuilder.com, sito dedicato alla carriera, rivela che la maggioranza dei datori di lavoro capisce bene le vostre circostanze. Il sondaggio è stato condotto intervistando 3023 professionisti nel settore delle risorse umane alla fine del 2011.

I risultati offrono speranza agli aspiranti lavoratori e anche alcuni suggerimenti su come migliorare le probabilità di essere assunti.

Rosemary Haefner, vicepresidente delle risorse umane di CareerBuilder, dice “più del 40% dei disoccupati lo è da un minimo di sei mesi. Vi è una percezione che un lasso temporale così grande sul curriculum influenzerà negativamente le probabilità del candidato ma i risultati del sondaggio dimostrano che ciò non è vero. Questa è una notizia molto positiva per questo particolare gruppo di aspiranti lavoratori. Se riempite il periodo di disoccupazione con attività ed esperienze che dimostrano che state comunque continuando a sviluppare le vostre competenze, la grandissima maggioranza dei datori di lavoro non darà troppo peso alla vostra disoccupazione e concentrerà la sua attenzione quello che potete contribuire all’inetrno della loro azienda.”

L’85% di coloro che hanno risposto al sondaggio hanno detto che comprendono bene le circostanze relative alla disoccupazione nel periodo successivo alla recessione.

Il 94% di loro dice che non avrebbero un’opinione inferiore di un candidato che ha accettato un lavoro di livello inferiore durante la recessione rispetto a quello che lui o lei aveva prima della recessione.

Ma tutto ciò non significa che potete rilassarvi ed aspettare che un datore di lavoro comprensivo vi offra una posizione di lavoro.

Haefner continua “La preoccupazione da parte dei datori di lavoro è che il lavoratore possa perdere alcune delle competenze durante il periodo di disoccupazione in quanto non sono stati usate. Facendo volontariato, accettando lavori temporanei oppure iscrivendosi ad un corso che sviluppa le vostre competenze professionali, dimostrate al datore di lavoro che avete utilizzato al meglio il tempo “libero” e sarete pronti ad entrare in azione dal primo giorno.”

I datori di lavoro e gli esperti di CareerBuilder consigliano una gamma di attività che dovreste intraprendere per costruire, ampliare e rafforzare le vostre competenze durante un periodo di disoccupazione in modo da aumentare la vostra “commerciabilità”.

Accettate un lavoro temporaneo

Il 79% dei datori di lavoro consiglia ciò.

Perché?

Andy Teach, autore di ‘From Graduation to Corporation: The Practical Guide to Climbing the Corporate Ladder One Rung at a Time’, spiega “La chiave sta nel mostrare a più persone possibili il vostro lavoro e cosa siete capaci di fare.

Se completate un lavoro in modo ottimale, anche se per una posizione temporanea, chiunque vi ha assunto è più incline a fornire referenze per una posizione permanente.”

Iscrivetevi a un corso

Il 61% dei manager all’interno delle risorse umane consigliano di iscriversi a un corso durante un periodo di disoccupazione.

Teach continua “non si smette mai di imparare durante la propria carriera e quindi maggiori e migliori competenze tecniche avete, maggiori probabilità di essere assunti. Quando poi vi iscrivete ad un corso che appartiene al vostro settore lavorativo, mostrate che siete seriamente dedicati alla vostra carriera e prendete l’iniziativa. Inoltre “tornare a scuola” è un ottimo modo di ampliare la propria rete di conoscenze professionali.”

Fate volontariato

Il 60% dei manager delle risorse umane sostiene che il volontariato vi rende più “appetibili” per quello che riguarda un’assunzione.

Teach dice “quando fate il volontario, state comunicando al potenziale datore di lavoro un qualcosa riguardo alla vostra persona. Dimostra che avete una passione particolare, vi dedicate agli altri e che i soldi non sono la vostra motivazione principale. Quando le ditte assumono, cercano non solo persone che riescono a fare il lavoro ma anche persone che abbiano carattere e integrità.”

Fondate il vostro business

Il 28% di chi ha risposto al sondaggio consiglia di fare ciò ma ricordatevi che può essere costoso e richiede molto del vostro tempo.

Se avete la possibilità di farlo, è un ottimo modo per migliorare il vostro curriculum oltre ad essere un ottimo strumento di marketing personale.

Teach sostiene “il bello di avere il vostro business è che potete lavorare part-time o a tempo pieno a seconda del fatto che riusciate ad ottenere un lavoro dove lavorate per qualcun altro. Imparerete inoltre competenze che sono trasferibili se e quando finite a lavorare per qualcun altro. ”

Iniziate un blog dedicato alla vostra professione

L’11% dei rispondenti ha detto che un blog relativo alla vostra professione può essere un buon modo per pubblicizzare voi stessi presso potenziali datori di lavoro.

Perché?

Dimostrate a chi legge che siete esperti nel vostro settore. Comunicate inoltre la vostra passione, aumentate le vostre conoscenze e vi distinguete dagli altri. I potenziali datori di lavoro vedranno che avete preso l’iniziativa durante la vostra ricerca lavoro per dedicare del tempo a qualcosa che vi sta molto a cuore: la vostra carriera.

Seguite le notizie sui settori e sulle professioni richieste

Gli esperti di CareerBuilder dicono che l’information technology, l’ingegneria, la sanità, le vendite e il servizio del cliente sono alcuni dei settori di assumono di più.

Seguite le notizie e le opportunità di lavoro in questi campi.

Usate il vostro tempo per generare idee

Sia che la vostra idea riguardi una campagna di marketing, nuovi flussi di entrate, riduzione dei costi, il candidato che si presenta ad un colloquio di lavoro con idee interessanti dimostra di avere passione, conoscenza ed interesse per quel che riguarda l’opportunità di lavoro.

Questi candidati distinguono sempre dagli altri.

Collegatevi ad altri

Un curriculum consegnato al manager che sta assumendo direttamente da qualcuno all’interno della ditta è più facile che venga notato.

Costruite ed ampliate il vostro network di conoscenze e contatti attraverso i social media e altre organizzazioni di professionisti.

Dite ad amici, familiari e contatti professionali che state cercando un lavoro e chiedete il loro aiuto per trovare collegamenti alle aziende che vi interessano.

Continuate la conversazione

Secondo CareerBuilder, i due terzi dei lavoratori non contattano il datore di lavoro dopo aver inoltrato il proprio curriculum per la loro considerazione.

È importante intraprendere questo passo aggiuntivo per comunicare al datore di lavoro che siete interessati. Dopo un colloquio di lavoro inoltre mandate sempre una comunicazione ringraziando loro dell’opportunità.

Usate parole chiave

Se state cercando un lavoro, è probabile che passerete parecchio tempo a scrivere, modificare e spedire il vostro curriculum. Ricordatevi di usare parole chiave.

Perché?

Gli esperti di CareerBuilder dicono che la maggior parte dei datori di lavoro usa strumenti informatici per filtrare e classificare i candidati. Fate in modo di modificare il vostro curriculum affinché comaci esattamente con la posizione per la quale state facendo domanda e assicuratevi di includere parole chiave che appaiono nell’annuncio di lavoro. Se fate ciò il vostro curriculum avrà più probabilità di essere notato da datori di lavoro

Haefner conclude “tutte queste attività comunicano al datore di lavoro che l’aspirante impiegato è serio per quello che riguarda lo sviluppo della propria carriera e ha utilizzato al meglio il tempo libero dovuto alla disoccupazione. La chiave sta nel dimostrare come e perché il volontariato, il blog, il corso, un lavoro temporaneo prepara al prossimo lavoro. Se ci riuscite, il periodo di disoccupazione non sarà un problema al fine di trovare il lavoro successivo.”

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • http://twitter.com/barbracut Barbara Tagliaferro

    A parte la traduzione dall´Inglese un po strana (Il 79% dei datori di lavoro consiglia ciò?) da un po di speranza alle persone che stanno lottando da tempo. Il ´servizio per l´impiego non dá consigli, dobbiamo aggiornarci online, socializzare con altri professionisti. ´Rendersi utili´ mentre si é disoccupati fa stare meglio.
    Il grande pericolo della disoccupazione é la caduta dell autostima.
    Grazie,
    Barbara

  • http://profile.yahoo.com/DQ6QQPPH2YEDQFS73ZEWIQPHVI daniela

    ma che noia questi cv non ne posso piu!un volta ci si cecava e trovava lavoro in modi diversi ed era molto meglio e piu ,,umano,,.in piu la mggior parte delle persone mente nei cv o gonfia le cose…mahhhh…

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo Mencaraglia

    Daniela

    il CV non e’ l’unico strumento per trovare lavoro e, a volte, non e’ fondamentale pero’ e’ importante come base minima.

    Sul mentire magari e’ vero pero’ al colloquio di lavoro le gambe hanno le gambe mooolto corte…..


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube