Classifica delle nazioni con cittadini più contenti

World Nomads Assicurazione Viaggi

Un sondaggio da parte della società di ricerca IPSOS rivela che 8 persone su 10 si definiscono ‘contente’ mentre una su quattro si definisce ‘molto contenta’.

Il livello di ‘contentezza’ generale tende a rimanere relativamente stabile nel tempo mentre il numero di persone che si definiscono ‘molto contente’ è molto più variabile.

Il sondaggio ha interpellato 18.687 adulti, cittadini di 24 nazioni ed è stato condotto durante il mese di Novembre del 2011.

La prima edizione del sondaggio fu svolta durante il mese di Aprile del 2007 e sembra che, nonostante la crisi finanziaria nata nel frattempo, i cittadini del mondo siano oggi più contenti rispetto al 2007 (22% ‘molto contenti’ nel 2011; 20% nel 2010).

Per quello che riguarda gli aspetti socio-demografici:

  • gli sposati (26% sono ‘molto contenti’) battono quelli non sposati (18%);
  • coloro che hanno meno di 35 anni (25%) battono quelli più anziani (20% per il segmento 35-49 e 19% per il segmento 50-64);
  • quelli che hanno una maggiore istruzione (25%) e guadagnano di più (24%) sono statisticamente più contenti.

Dal punto di vista geografico, l’America Latina vanta la più alta proporzione di persone ‘molto contente’ (32%), seguita da Nord America (27%), Asia-Pacifico, Medio-Oriente e Africa (alla pari 24%).

L’Europa invece abbassa la media mondiale con solo il 15% dei propri cittadini che si definisce ‘molto contenti’.

Ecco la classifica delle nazioni interpellate (le percentuali corrispondono ai ‘molto contenti’):

  • Indonesia 51%
  • India 43%
  • Messico 43%
  • Brasile 30%
  • Turchia 30%
  • Australia 28%
  • Stati Uniti 28%
  • Canada 27%
  • Argentina 23%
  • Gran Bretagna 21%
  • Arabia Saudita 21%
  • Sud Africa 21%
  • Svezia 20%
  • Cina 19%
  • Belgio 16%
  • Germania 16%
  • Giappone 16%
  • Francia 15%
  • Polonia 15%
  • Italia 13%
  • Spagna 11%
  • Russia 8%
  • Corea del Sud 7%
  • Ungheria 6%

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta