Come ho trasformato la mia internship in Germania in lavoro fisso

World Nomads Assicurazione Viaggi

Federica Bonifaci si è trasferita a Monaco di Baviera per fare una internship presso Microsoft. Adesso lavora ancora lì dopo avere ottenuto una posizione sempre all’interno di Microsoft.

Cosa hai studiato in Italia?

Come penso sia successo a molti, quando mi sono trovata a dover scegliere il corso di laurea, non avevo la minima idea di come poi sarebbe stato concretamente il corso.

Mi sono iscritta al Corso di laurea in “scienze dell’amministrazione” per lo più basandomi sul fatto che gli esami da sostenere mi sembravano per lo meno interessanti. E per i primi tre anni in effetti non si è rivelata una scelta sbagliata.

Dopo esserti laureata nel 2009, che opportunità di lavoro ti si sono aperte in Italia?

Quello che mi si poteva aprire nel 2009 dopo la triennale non era altro che tentare qualche concorso pubblico (tra l’altro molto pochi) aperto anche alle lauree triennali. Mi sono iscritta alla specialistica, pensando che potesse fare la differenza. Ad oggi posso rispondere di no 🙂

Perché poi la Germania?

Mentre frequentavo la specialistica c’è stato qualche problema a livello burocratico. Hanno cancellato il corso a cui ero iscritta e l’hanno sostituito con altro, hanno cambiato esami e crediti. A quel punto pareva che alcuni esami che avevo già sostenuto non sarebbero stati convalidati nel nuovo corso.

Alcuni conoscenti che vivono in Germania da qualche tempo continuavano a dirmi che fare un’internship all’estero sarebbe stato sicuramente utile.

E così mi sono decisa.

Ho lasciato in sospeso la specialistica, ho prenotato un corso di tedesco, cercato una casa e ho mandato qualche CV, tra cui a Ciao (Microsoft), e poco dopo avevo già un colloquio fissato.

 

Germania su Italiansinfuga

Germania su Italiansinfuga

Puoi descriverci in dettaglio come hai trovato l’opportunità per fare una internship presso Microsoft Deutschland?

Conosco già una persona che ha fatto un praktikum a Microsoft che mi ha consigliato di tenere d’occhio il loro sito.

Non appena ho visto l’annuncio per lo stage come Content Developer Italian Website, ho mandato il mio CV, anche perché da un po’ nutrivo interesse verso il mondo dell’e-commerce.

Mi hanno chiamato qualche giorno dopo per un colloquio.

Di cosa si trattava?

Il Praktikum era come Content Developer Italian Website. Nel concreto si trattava di effettuare l’upload dei contenuti nel sito, cercare nuovi prodotti per allargare il catalogo, rielaborare e migliorare i contenuti esistenti, rendere il sito più navigabile.

In pratica la cura dei contenuti del sito ciao.it


Che conoscenza del tedesco avevi prima di partire?

Prima di partire la mia conoscenza del tedesco si riduceva a un corso estivo di due mesi fatto l’anno precedente.

Diciamo che sapevo ordinare al ristorante. Prima di cominciare il Praktikum ho fatto un altro corso di due mesi e anche grazie ai colleghi tedeschi che mi hanno spronato, ho iniziato a parlarlo. Ci sto ancora lavorando comunque!

Come sei riuscita a tramutare la internship in qualcosa di più permanente?

L’ambiente giovane e dinamico mi era piaciuto all’istante.

E da subito avevo pensato di cogliere la possibilità di prolungare l’internship per altri sei mesi, magari in un altro dipartimento, per imparare anche qualcos’altro e nella speranza che nell’arco di un anno, si sarebbero aperte delle posizioni fisse, per fare domanda di assunzione.

Incontra altri Expat in Italia e all'estero

Nel frattempo essendosi aperta una posizione al reparto Finanza, ho fatto la domanda e dopo il colloquio mi hanno preso.

Cosa stai facendo adesso?

Al momento sto lavorando come Financial Operations Analyst. Sono la responsabile amministrativa per il mercato italiano.

Mi occupo di un po’ tutto quello che ha a che fare con pagamenti, fatture, credit&collection, e il controllo della solvibilità dei possibili futuri clienti.

Quali sono state fino ad ora le maggiori difficoltà d’ambientamento in Germania?

Sinceramente non posso dire di aver trovato grandi difficoltà ad ambientarmi. Ecco, trovare casa è stato un po’ problematico. Tra le visite collettive e i moduli da compilare diventa un’esperienza abbastanza competitiva. Fattibile comunque!

Consigli per i tuoi coetanei in Italia ai quali interessa la Germania?

Consiglio di venire sapendo almeno l’inglese e di avere flessibilità e voglia di imparare il tedesco!

Grazie Federica e buon proseguimento in Germania!

Italiansinfuga consiglia il corso di Babbel per imparare il Tedesco.

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta