Mercato del lavoro in Germania rimane positivo

World Nomads Assicurazione Viaggi

Secondo un articolo pubblicato da The Local, Il tasso di disoccupazione in Germania è sceso al 6,4% a novembre, il livello più basso dalla riunificazione della Germania avvenuta più di due decenni fa, e il numero di persone senza lavoro si sta riducendo molto più velocemente delle previsioni degli economisti.

Heinrich Alt della Agenzia Federale del Lavoro ha affermato “il mercato del lavoro tedesco sta ancora beneficiando di buone tendenze economiche e a novembre non c’erano notizie negative. La disoccupazione sta scendendo, l’occupazione sta crescendo e la richiesta per manodopera sta anche crescendo.”

Germania su Italiansinfuga

Germania su Italiansinfuga

Il ministro del lavoro tedesco rimane ottimista riguardo le prospettive della più grande economia europea. Ursula von der Leyen sostiene che “le imprese stanno ricevendo ordini a pieno regime. Esiste richiesta a livello mondiale per beni tedeschi nonostante la crisi dell’euro e le prospettive economiche mediocri. Sia le imprese che i consumatori prevedono un buon Natale.”

Gli analisti hanno accolto positivamente la notizia ma avvertono che il tasso di disoccupazione è un indice che segue in ritardo la realtà economica ed il numero di disoccupati probabilmente salirà quando gli effetti della crisi avranno avuto l’opportunità di filtrare verso l’economia vera e propria.

Thilo Heidrich della Postbank dichiara “pensiamo che il trend positivo del mercato del lavoro tedesco non continuerà per sempre. I problemi economici nella zona dell’euro alla fine avranno con un po’ di ritardo un impatto negativo sulla Germania.”

Christian Schulz, analista presso Berenberg Bank, sostiene che il forte mercato del lavoro tedesco può avere effetti positivi sulla disoccupazione nelle altre economie della euro zona che fanno più fatica, “sembra che ci siano aziende tedesche che stanno già cercando di assumere ingegneri disoccupati nelle nazioni dell’Europa del sud.”

Statistiche pubblicate a livello europeo dimostrano che il tasso di disoccupazione nella zona euro ha raggiunto il record di sempre pari al 10,3% durante il mese di ottobre.

Per quello che riguarda le vendite al dettaglio in Germania, esse sono salite del 0,7% a ottobre rispetto al mese precedente, un risultato superiore alle previsioni degli analisti.

La richiesta per beni “made in Germany” da parte dei mercati esteri viene stimata in crescita del 6% nel 2012 rispetto al 12% del 2011.

Alexander Koch, analista presso Unicredit, conclude “ovviamente se l’economia globale dovesse peggiorare in modo più marcato rispetto alle previsioni, il mercato del lavoro tedesco e le spese delle famiglie verranno influenzate ma nel breve termine le prospettive rimangono positive.”

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *