Sto iniziando a cercare lavoro all’estero, hai dei consigli?

  • Sharebar

“Sto iniziando a cercare lavoro all’estero, hai dei consigli?”

È questo il messaggio che ho ricevuto da una lettrice che, in più dettaglio, mi chiede “sto cercando delle opportunità lavorative nel mondo della ricerca accademica in UK, per ora basandomi sulle offerte del database jobs.ac.uk”.

Approfitto dell’occasione per compilare una risposta che spero possa essere utile ad alcuni di voi.

Decidete cosa VOI volete fare VERAMENTE

Il settore all’interno del quale volete progredire, gli argomenti che vi interessano veramente, le università (o datori di lavoro) per le quali vi interesserebbe lavorare.

Innanzitutto il chiarire a se stessi cosa si vuole fare nella vita aiuta a spiegarlo agli altri.

Questo è fondamentale durante un colloquio di lavoro dove dovete dimostrare che siete la persona giusta per quel particolare posto di lavoro.

Il datore di lavoro vuole qualcuno che abbia le idee molto chiare cosa voglia fare e perché lo voglia fare.

Ciò riduce i rischi che la neo assunta si renda conto dopo pochi mesi che il nuovo lavoro non costituisce una fase particolarmente piacevole della propria carriera e decida di andare a cercarne un altro presso un’altra azienda.

In secondo luogo, il capire la propria passione verso un certo settore o argomento di lavoro renderà la ricerca molto più semplice perché siete in grado di eliminare tutti quei lavori che magari riuscireste anche a fare ma che non vi garantiscono una felicità dal punto di vista lavorativo.

Eliminerete così tantissime opportunità per le quali forse siete papabili ma non abbastanza convinti e motivati per arrivare ad essere l’ultima persona che rimane in piedi durante il processo di selezione. Ciò vi consentirà di focalizzare il tempo ed energie molto più proficuamente.

Trovate chi offre tutto ciò che volete

Contattate personalmente chi è in grado di assumervi o indicarvi chi può assumervi. Spiegate loro chi siete, cosa volete fare e perché. Utilizzate la passione che avete per il vostro settore per “vendervi”.

Cercate di scoprire chi effettivamente sia in grado di assumervi. Questa persona molto spesso non fa parte delle risorse umane bensì è il manager che vi gestirà oppure il suo superiore.

Lavoro Estero

Lavoro Estero

Le risorse umane facilitano tutto il processo di selezione ed aiutano a filtrare i facenti domanda per una particolare posizione del lavoro ma l’ultima parola spetta ad un manager che vi gestirà ogni giorno. Si tratta quindi di scoprire chi questa persona sia ed entrare in contatto con loro direttamente per dimostrare la vostra passione.

Questo viene reso più facile dal vostro continuo lavoro mirato ad espandere la vostra rete di contatti a livello globale.

La maggior parte degli aspiranti impiegati si limita a cercare lavoro spulciando annunci di lavoro sui vari motori di ricerca. Questo approccio va bene ma non basta.

Bisogna identificare le persone chiave ed entrare in contatto con loro per dimostrare la propria bravura professionale, il proprio interesse per la loro azienda e la capacità di risolvere i loro problemi.

Non contattate qualcuno chiedendogli direttamente lavoro perché è troppo facile rispondere no ad uno sconosciuto.

Contattateli condividendo informazione che possa essere loro utile; mostrando loro un portafoglio di lavoro che avete prodotto in passato e che possa essere di interesse; chiedendo loro se hanno cinque minuti da dedicarvi per aiutarvi a capire meglio la loro azienda.

Monitorate i vari database/motori di ricerca ma non fatene l’unica fonte di annunci di lavoro

Usare questo metodo è necessario ma ricordatevi che tantissimi posti di lavoro non vengono pubblicizzati e vengono “riempiti” utilizzando metodi di networking.

Il monitorare i vari motori di ricerca dediti al lavoro è utile per scoprire chi sta assumendo, trovare contatti all’interno di tali aziende, capire i requisiti per le varie posizioni di lavoro e capire meglio la fisionomia di un’azienda.

Senza dubbio c’è chi troverà lavoro utilizzando questo canale quindi vi consiglio di mantenerlo come una componente della vostra strategia di ricerca lavoro.

Fate in modo di offrire ai potenziali datori di lavoro quello che cercano

Una volta identificati i requisiti per un certo posto di lavoro attraverso il monitoraggio degli annunci di lavoro, analizzate bene il vostro profilo personale e rendetevi conto se effettivamente offrite ciò che loro cercano.

Se avete lacune dal punto di vista professionale, colmatele studiando formalmente o nel tempo libero per fare in modo che quando vedono il vostro CV o il vostro operato non abbiano dubbi nell’assumervi.

Se state lavorando attualmente cercate di entrare a far parte di gruppi o progetti attraverso i quali potete colmare le vostre lacune.

Ad esempio, se pensate di dover migliorare la vostra conoscenza di una lingua straniera e ne avete la possibilità di far parte di un team transnazionale, approfittate dell’occasione, alzate la mano ed offritevi come volontari per far parte di tale progetto.

Oppure se siete un programmatore al quale manca una conoscenza approfondita di un particolare linguaggio di programmazione, create qualcosa nel vostro tempo libero utilizzando tale linguaggio in modo da poter poi mostrarlo al potenziale datore di lavoro come dimostrazione che avete colmato la lacuna. Insomma se esiste un divario da quello che i datori di lavoro cerca e quello che offrite, cercate di capire come riuscirete a colmarlo.

Commenta su Facebook

commenti





  • Annalisa

    Grazie mille per i tuoi consigli sempre preziosissimi.

    Saluti,
    Annalisa

  • Houssam

    Grazie per i tuoi consigli.
    Saluti
    Houss

  • Luca

    l’importante è credere in quello che si vuole fare..all’estero mi pare di capire che ci sian effettivamente piu possibilità che da noi in Italia, io mi son laureato in ingegneria ma ora sono in Olanda. L’idea è che spulci tutti i siti possibili inerenti a ciò che vorresti fare ma ancora meglio è andare direttamente sul posto e star li qualche giorno e provare a organizzare un incontro con persone con cui vorresti lavorare!

  • Luca

    se vuoi lavorare nel mondo della ricerca accademica che è nell ambito in cui lavoro io..la cosa piu semplice che puoi fare è andare sul sito dell’università e cercare il profssore che si occupa della materia che più t interessa e contattarlo direttamente chiedendo se ci sono open position. Se non vuoi farlo direttamente perchè ti sembra di essere troppo invadente prima controlla sulla pagina del gruppo di ricerca del professore e guarda se ci sono open position..se c’è, sicuramente ci sarà spiegato come fare a far la richiesta formale..e a chi rivolgerti..se queste ultime informazioni mancano allora scrivi direttamente al professore, io l’ho fatto diverse volte e ti assicuro che 90% delle volte ti rispondono! in bocca al lupo!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube