SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Un anno di ricerca prima di partire per Edimburgo

  • Sharebar

Gloria Fuson si è trasferita a Edimburgo con il fidanzato dopo un anno di ricerca.

Ognuno di noi ha diverse propensioni al rischio e bisogno di conoscere i dettagli prima di tentare l’avventura all’estero. Gloria ci fornisce un esempio di come la lunga e metodica preparazione prima di partire abbia consentito loro di ottimizzare le probabilità di successo.

Lascio la parola a Gloria.

Premetto che ho sempre voluto partire, provare a vivere all’estero, e questo desiderio nasce sia dalla passione per le lingue straniere che dalla ben più grande passione per la danza.

Fin da piccola ho studiato quest’ultima arte e crescendo mi sono resa conto che l’Italia non è un Paese che offre molte possibilità in questo campo.

Da qui la scelta di studiare all’Istituto Turistico (che mi ha dato la possibilità di vivere un periodo di studio negli Stati Uniti), e poi la scelta di tentare la carriera nella danza entrando, dopo il superamento di un’audizione, all’accademia di Ravenna.

Nel frattempo l’amore mi ha trattenuto in Italia e così per due anni ho insegnato danza a Venezia, continuando a perfezionarmi in Italia e all’estero (e a studiare l’inglese).

Finalmente nell’ottobre 2010 il mio fidanzato termina gli esami all’università e così decidiamo di partire subito dopo la sua laurea. Inizia così un periodo fatto di ricerche e preparativi, meta: Edimburgo.

La scelta è ricaduta su questa città perchè il primo passo è migliorare l’inglese, per cui il Regno Unito era la scelta più ovvia.

Londra non ci è mai piaciuta come città in cui vivere, nonostante offra ovviamente molte possibilità sia nel mio campo che quello del mio fidanzato (arti visive). Così, la Scozia.

Dopo alcuni mesi di ricerche vengo a sapere che alcuni parenti di un mio amico stanno aprendo un ristorante proprio ad Edimburgo: ho iniziato a mettermi in contatto con loro, ci siamo scambiati molte e-mail per 5 mesi, e decidono di darci una possibilità.

Partiamo il 14 giugno 2011, il giorno successivo siamo in prova al ristorante, e poi contratto a tempo indeterminato.

Grazie a questo riusciamo facilmente a trovare un appartamento. Le prime due settimane sono state molto dure, ospiti in case di ragazzi, cambiare posto ogni giorno con tutti i nostri bagagli – che erano parecchi essendoci trasferiti! Siamo stati anche fortunati.

Ora stiamo continuando a lavorare li mentre miglioriamo il nostro inglese, io sto per concludere un corso semestrale presso la Dance Base, una delle migliori scuole di questa città, e ho già progetti a partire da gennaio; inoltre ho consegnato decine di CV e finalmente dopo quasi 6 mesi stanno cominciando a chiamarmi per alcune supplenze in varie scuole di danza.

Fortunatamente sono partita molto preparata su praticamente quasi tutto, dagli stipendi medi, ai prezzi medi delle bollette, all’iter da seguire per iscriversi al N.I.N. ecc.

Ma per quasi un anno non ho fatto altro che stare davanti al computer a cercare info, mandare e-mail, cercare offerte di lavoro, consigli per come vivere in questa città ecc. Quindi non c’e’ nulla che avrei voluto sapere prima di partire.

Nel complesso sono molto felice; non so se rimarremo qui a lungo, l’idea è di spostarci in base alle offerte di lavoro, ad ogni modo è una città a misura d’uomo, si vive davvero bene e il costo della vita è davvero basso!

Grazie Gloria ed in bocca al lupo per il futuro!

Commenta su Facebook

commenti


Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • paolo

    ciao gloria volevo sapere se possibile come è la situazione lavorativa la ad edimburgo, per esempio è molto difficile trovare all’inizio un lavoro anche in un ristorante o altri posti in cui non è richiesta una grande esperienza? infatti sono stato ad edimburgo un paio di anni fa e l’ho trovata molto accogliente e non mi dispiacerebbe trasferirmi anche a breve. grazie

  • Alex

    Infatti è così che si fa! Brava Gloria!

  • Anna

    Ciao, complimenti per ls tus determinazione e per avere le idee chiare pur essendo così giovane! Anche io sto progettando una fuga a Edimburgo e l’unica cosa che mi spaventa davvero è il clima! E’ davvero terribilmente umido, piovoso e freddo come lo descrivono?
    In bocca al lupo. Ciao!

  • ian

    una delle città piu belle che abbia mai visto..complimenti

  • Glo

    Grazie! Per Paolo: non e’ difficile trovare un lavoretto tanto per iniziare, il problema e’ che devi avere qualche soldo da parte per stare in ostello/albergo finche’ non vieni assunto perche’ il vero problema e’ che sono restii ad affittare appartamenti se non hai un lavoro, preferibilmente full time e a tempo indeterminato (o almeno 6 mesi). Pero’ trovato il lavoro devi avere un conto in banca perche’ solitamente versano il tuo stipendio con addebito diretto, e per avere il conto qui devi avere una residenza che non sia un ostello o un albergo…insomma, un cane che si morde la coda. E’ per questo che ho raccontato la mia storia…e’ importante avere dei contatti prima di partire. Anyway, in bocca al lupo!

  • Glo

    Per Anna: no, il clima non e’ poi cosi’ terribile! E’ molto meno piovoso di Londra o di altre citta’…se piove e’ spesso una cosa veloce e passeggera, oppure molto fina. Inoltre ora qui non fa cosi’ freddo, in Italia mi hanno detto che il riscaldamento e’ acceso da un mese, qui non l’abbiamo ancora acceso in casa! L’unica cosa fastidiosa e’ il vento, quando c’è quasi sposta le persone! Pero credimi, io vengo da Venezia quindi nebbia e umidita’ a non finire…e qui mi trovo molto molto meglio! Certo l’estate non e’ quella a cui siamo abituati, ma ci sono sempre le vacanze…e poi non si soffre mai di afa (e non esistono le zanzare). No worries, Anna! Parti tranquilla!

  • Anna

    Grazie Gloria, sono già all’opera per realizzare il mio progetto! Enjoy!

  • Raffaela

    Complimenti Gloria per la tua determinazione. Anch’io i primi giorni di gennaio partirò per la Scozia per lavoro. Malgrado la mia età, supero ormai la cinquantina, ho avuto una interessante proposta da un hotel in un’isola vicino Glasgow. Dopo aver trascorso una settimana di prova nell’albergo sono riuscita ad avere la fiducia dei proprietari stessi che mi hanno offerto un lavoro a tempo indeterminato quale manager. Non ci ho pensato due volte; tornata in Italia ho dato le dimissioni dal mio lavoro sedentario e fra un mese inizierò una nuova vita…

  • Rita

    Brava Raffaella….è così che si fà….esmpio che l’età nella vita e sopratutto fuori dall’Italia è un paramentro secondario rispetto alle tue capacità!!!!Augurissimi per la tua nuova vita

  • Anna

    Ciao Raffaella, complimenti per la tenacia! Io ho qualche anno meno di te e tutto mi sembra ineluttabilmente stuck in a moment! Ti dispiacerebbe dirmi come hai trovato l’offerta di lavoro che poi ti sei guadagnata? Se ti va di rispondermi in privato ti lascio il mio indirizzo web. Grazie,ciao e in bocca al lupo anche a te!

  • Raffaela

    Ciao Anna, non ho alcun problema a risponderti….ti racconto la mia storia…chissà che non interessi a qualcuno…ho sempre lavorato nel campo amministrativo-contabile ma nella mia vita ho avuto anche altre esperienze lavorative,ho lavorato in bar, ristoranti e comunque il contatto con la gente mi è sempre piaciuto. Un anno fa ho ripreso a studiare l’Inglese perchè sentivo che in qualche maniera mi sarebbe tornato utile, Business English in particolare.
    Questa estate con il mio compagno sono andata in ferie una settimana in Scozia e mi sono innamorata di questa terra e dei suoi abitanti. Tornata a casa ho cominciato a cercare dei siti Inglesi che offrono opportunità lavorative e ho trovato GUMTREE, un sito che senz’altro ti può aiutare scegliendo anche la zona che più ti aggrada. Mi sono preparata un bel curriculum in Inglese e ho cominciato ad inviarlo. Non ci crederai ma ho ricevuto parecchie risposte. Mi hanno chiamato al telefono e ho quindi deciso di provare una settimana in un Hotel, ho preso una settimana di ferie e sono partita all’avventura. Qui mi sono trovata molto bene, ho potuto conoscere bene i proprietari lo staff ed il loro modo di lavorare. Si vede che anch’io ho ispirato fiducia e una volta tornata in Italia ho ricevuto una bella offerta lavorativa da loro…tutto qui…in bocca al lupo anche a te!

  • Anna

    Grazie Raffaella per aver condiviso la tua esperienza. Vedrò di mettermi all’opera! In bocca al lupo!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube