SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Cartina mondiale dei flussi migratori

  • Sharebar

MigrationsMap aiuta a capire dove sono andati e dove vanno gli emigranti.

Ringrazio Aldo Reali della segnalazione. Questo sito è una visualizzazione di informazione disponibile sul Global Migrant Origin Database.

Questo data base raccoglie tutti i flussi migratori verso una nazione a seconda della nazione di partenza. Le cifre indicano le persone che risiedono in una particolare nazione essendo nati in una nazione diversa. Ovviamente la precisione con la quale si può fare ciò non è altissima quindi sono dati da prendere con le molle.

Resta il fatto che è molto utile per capire alcune cose sulle possibili destinazioni della vostra emigrazione.

Principalmente, potrete capire che tipo di emigrato vi farà concorrenza per quello che riguarda il posto di lavoro.

Ad esempio, prendiamo il Brasile: un grandissimo numero di immigrati proviene dal Portogallo. Ciò vi fa capire che, a parità di professionalità ed istruzione, un gran numero di immigrati in Brasile avrà un vantaggio su di voi relativo alla conoscenza della lingua.

In secondo luogo, riuscirete capire il tipo di immigrazione che una nazione sta accogliendo. Dopo la Finlandia, il maggior numero di immigrati in Svezia arrivano da nazioni quali la Serbia Montenegro, l’Iraq, la Bosnia Erzegovina e l’Iran. Il flusso migratorio proveniente da queste nazioni è plasmato da eventi bellici e politici con conseguenze sulla tipologia di immigrato e su possibili problemi sociali.

Altre nazioni sono molto meno influenzate dall’immigrazione e possono rappresentare un ostacolo maggiore a chi vuole inserirsi nella società. Ad esempio, gli immigrati in Cina sono un numero irrisorio rispetto alla popolazione cinese. Analizzando i dati sull’immigrazione verso la Cina capirete presto che sarete molto più “straniero” che non magari emigrando verso gli Stati Uniti.

È poi interessante vedere che l’emigrazione verso certe nazioni è composta fondamentalmente da lavoratori. Gli immigrati in Arabia Saudita provengono principalmente da India, Egitto, Pakistan, Filippine, Bangladesh. Tutte nazioni che forniscono forza lavoro a basso costo.

In ultimo, potrete notare la disparità tra emigrazione ed immigrazione pertinente una certa nazione. Il Vietnam, per ovvi motivi legati alla guerra, ha generato molti più emigrati che immigrati. Se notate che la nazione verso la quale volete emigrare è soggetta ad un simile sbilancio, chiedetevi le ragioni che stanno a monte.

Un altro esempio è fornito da Australia e Nuova Zelanda. Sono molto più numerosi i neozelandesi che sono emigrati in Australia piuttosto che gli australiani che sono emigrati in Nuova Zelanda. Esistono dei motivi che spiegano tutto ciò ma assicuratevi che essi non siano validi per voi se state scegliendo la Nuova Zelanda.

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Alex

    Aldo, per quanto riguarda l’Italia il database dice balle perché non conta gli ultimi arrivi dal nord Africa. Per non parlare di molti altri Paesi.
    Anche per quanto concerne la Svezia non sono menzionati gli immigrati da Paesi arabi (tranne Iran e Iraq) e tutti quelli dalla Somalia (ce ne sono tantissimi, tutti asylum). Tuttavia mi sembra un ottimo sito che rende l’idea. Ciao, buona giornata/serata

  • http://Cartinamondialedeiflussimigratori Minnie

    Interessante. Bene a sapersi. Grazie!

  • http://aysenpatagoniachile.blogspot.com/ aldo

    Ero sicuro che fosse d’interesse di questo sito.
    Ovviamente certi dati saranno discutibili come fa notare Alex, comunque abbastanza utile per farsi un’idea ed anche divertente…
    curioso per esempio che il numero piú grande di coloro che vanno in Groenladia provenga dal Messico!
    saluti dalla Patagonia cilena.

  • http://www.aspirantepoliglotta.com Daphnae

    Wow, bello questo sito, non lo conoscevo! :)

    Non credo che il database racconti balle, penso sia solo aggiornato al 2007. Sicuramente ci saranno delle discrepanze con i dati reali, ma tutto sommato pare abbastanza realistico… La maggior parte dei flussi migratori sono prevedibili, ma ne ho trovati alcuni abbastanza sorprendenti! (Es. Credevo che ci fosse un flusso maggiore tra Canada e Francia per via della lingua comune, invece…!)

  • Daniele, Napoli

    grazie.

  • Mirko

    Mi sembrano dati completamente sballati. Provate con la corea del nord, dove solo in ben pochi riescono a scappare (con il conseguente stermion della famiglia) e non hanno certo immigrazione.
    Riguardo l’Italia non vi sono flussi verso Spagna e Irlanda. mezzo milione di italiani verso gli Stati Uniti con le politiche così restrittive verso l’immigrazione? 81.000 rumeni arrivati in italia e 55.000 americani… mha, io incontro tanti rumeni che vivono in italia, ma nessun americano.

  • http://www.italiansinfuga.com Aldo

    @Mirko i dati sono aggiornati al 2007 quindi le migrazioni piu’ recenti verso l’Italia forse non sono ben rappresentate.

    Per quello che riguarda la Corea del Nord, ero a Shenyang (nord-est Cina) nel 2001 e c’erano moltissimi (migliaia) di nord-coreani che erano riusciti a ‘scappare’. Mi e’ stato confermato da una ex-collega cinese di Shenyang.

    Per quello che riguarda i flussi verso Spagna e Irlanda penso che ci siano ma non compaiano nella Top10.

    Gli emigrati presi in considerazione sono quelli in vita ma nati in una nazione diversa. L’emigrazione italiana degli anni 50-60 (quindi senza politiche restrittive) la fa quindi da padrone con nazioni come USA, Australia e Canada che contano un numero maggiore di Italiani rispetto a Spagna ed Irlanda.

  • Decio

    Ma dove sono i 55.000 americani immigrati in italia? Non è che si tiene conto di Americani nati in america, ma in realtà sono figli di italiani che tornano indietro?

    Mi sembra strano che esistano 55.000 folli americani che vengono a vivere nel bel paese

  • luciano

    I rumeni in Italia sono piu di un milione , almeno quelli regolari , quindi è verosimile che in realtà siano molto di più. Saluti.


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube