Programma Erasmus per giovani imprenditori

  • Sharebar

Il Programma Erasmus per Giovani Imprenditori offre a giovani imprenditori la possibilità di lavorare fino a sei mesi con un imprenditore già avviato e pieno di esperienza nella sua piccola o media impresa in un’altra nazione europea.

In questo modo il giovane imprenditore otterrà importanti conoscenze per quello che riguarda i primi tempi di una ditta e la gestione di una attività medio-piccola.

Dai suoi inizi, il programma ha ricevuto quasi 4000 domande da imprenditori di tutta Europa. L’Italia e la Spagna la fanno da padrone con il 49% delle domande per nuovi imprenditori e il 46% di domande per imprenditori ospiti.

Il mentore che vi ospita potrà condividere la propria esperienza per quel che riguarda:

  • i fattori critici di successo
  • la pianificazione efficace
  • la gestione finanziaria e operativa
  • lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi
  • i metodi migliori per le vendite e di marketing

L’imprenditore che vi ospita beneficierà dalla vostra presenza grazie alle vostre idee, frutto di una motivazione che spesso è presente in particolare negli imprenditori in erba. Per entrambi esistono ovviamente le opportunità a lungo termine tipo quelle relative alla creazione di una rete di contatti oppure alla creazione di una collaborazione imprenditoriale.

Attraverso il programma Erasmus per giovani imprenditori, l’imprenditore in erba avrà anche la possibilità di capire meglio:

  • le leggi del commercio del mercato europeo
  • gli standard usati in tutta Europa
  • il sostegno delle piccole e medie imprese da parte della comunità europea

L’obiettivo del programma è quello di stimolare l’imprenditoria, la competitività, l’internazionalizzazione e la crescita di nuove aziende e di piccole-medie imprese in Europa. Il programma contribuisce al trasferimento di conoscenza e di competenze necessarie alla gestione di un’azienda di dimensioni medio piccole.

Erasmus su Italiansinfuga

Erasmus su Italiansinfuga

Il nuovo imprenditore viene definito come qualcuno che sta seriamente progettando di iniziare una attività o ne ha iniziata una durante gli ultimi tre anni.

L’imprenditore di esperienza deve possedere o gestire una ditta piccola-media all’interno del Mercato comune europeo.

Erasmus per giovani imprenditori aiuterà i nuovi imprenditori ad acquisire le competenze necessarie e aiuterà loro a raggiungere una maggiore presenza negli altri mercati europei.

Dal punto di vista pratico, il nuovo imprenditore andrà a passare un periodo di tempo presso l’azienda dell’imprenditore “maturo” in un’altra nazione europea. Questo periodo di tempo può andare da uno a sei mesi.

Questo soggiorno viene in parte finanziato dalla Commissione Europea. Per vedere quale tipo di finanziamento viene offerto a seconda della nazione di destinazione cliccate qui.

La procedura per questo tipo di scambio prevede quattro fasi:

Domanda – dovete fare domanda seguendo questo link e fornendo tutte le informazioni che vi vengono chieste.

La connessione tra gli imprenditori avviene grazie all’aiuto di organizzazioni che fungono da intermediario. Durante la fase di domanda dovrete cercare una organizzazione in Italia che sarà responsabile per accertare la veridicità della vostra domanda e, se tutti i requisiti vengono soddisfatti, accettarla.

Per trovare una organizzazione intermediaria in Italia cliccate su questo link dove troverete un elenco di tutte le organizzazioni che possono fare al caso vostro.

Collegamento – dopo che la vostra domanda viene accettata, avrete accesso a un data base on-line che include tutti gli imprenditori che partecipano al programma. Per trovare un partner adatto, potete fare fino a cinque proposte utilizzando i nominativi presenti nel data base. L’organizzazione in Italia è responsabile per l’assistenza al contatto tra gli imprenditori e vi aiuterà a cercare un partner.

Impegno e preparazione – le parti coinvolte (gli imprenditori ed i loro punti di contatto nelle nazioni di appartenenza) redigono un “Impegno verso la Qualità”, una specie di contratto che delinea il tipo di progetto, i compiti, le responsabilità, le condizioni finanziarie, il “prodotto” da consegnare alla fine dell’esperienza e le questioni legali pertinenti allo scambio. Il punto di contatto in Italia organizzerà anche attività tipo addestramento per preparare i nuovi imprenditori allo scambio.

Fase di implementazione – l’imprenditore completa lo scambio (in uno o più periodi di tempo) e riempirà un modulo di feedback.

La durata della permanenza può variare da uno a sei mesi però deve essere completata all’interno di un periodo di tempo non superiore ai 12 mesi. Si può dividere la permanenza totale in diversi periodi intermedi ma la minima durata di una frazione della permanenza totale non può essere inferiore ad una settimana.

Commenta su Facebook

commenti





  • http://www.manuelagatta.it manuela

    Buongiorno a tutti, io ho partecipato al progetto l’anno scorso e sono stata a Tenerife, in Spagna presso la redazione di un giornale on line. Sono una giornalista e editor, per me è stata davvero interessante e stimolante, ma devo consigliare purtroppo ai residenti in Puglia di non farlo a meno che non preventiviate di partire con un po’ di risparmi personali, perché il grant (la borsa di studio è elargita dall’ente promotore del progetto o dalla Regione e non dalla Comunità Europea, e non arriverà né alla vostra partenza e neanche al vostro ritorno, io la sto aspettando da un anno e sono tornata a settembre del 2010). Per quanto mi riguarda è stata un’esperienza positiva, a parte la questione economica. La cosa difficile è restare a lavorare presso l’azienda che ti ospita e aprire la sede della propria (scopo del progetto) in Italia, l’ideale sarebbe lavorare dall’estero in modo da riuscire a non tornare più in Italia se non per questioni amministrative.
    Spero di esservi stata utile.


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube