Visto J-1 per insegnare negli Stati Uniti

World Nomads Assicurazione Viaggi

Gli insegnanti stranieri hanno l’opportunità di insegnare in scuole primarie e secondarie accreditate negli Stati Uniti utilizzando il visto J-1.

Visto J-1 per gli Stati Uniti

Visto J-1 per gli Stati Uniti

L’insegnante deve:

  • essere abilitato ad insegnare nelle scuole primarie e secondarie nella nazione della propria nazionalità o della nazione di ultima residenza
  • avere un minimo di tre anni di esperienza di insegnamento
  • soddisfare gli standard dello Stato statunitense dove insegnerà
  • voler andare negli Stati Uniti con lo scopo di insegnare a tempo pieno presso una istituzione accademica primaria o secondaria accreditata
  • possedere una conoscenza della lingua inglese sufficiente a partecipare a questo programma di scambio

Lo scopo principale di questo programma di scambio e dell’utilizzo di questo tipo di visto è quello di imparare i metodi educativi usati negli Stati Uniti ed allo stesso tempo fornire una prospettiva internazionale alla classe alla quale si insegna.

Lo sponsor per il programma deve:

  • filtrare e selezionare gli insegnanti stranieri qualificati che possono contribuire all’istruzione degli studenti negli Stati Uniti e che vogliono imparare i metodi di insegnamento usati negli Stati Uniti
  • monitorare la permanenza dell’insegnante negli Stati Uniti, assicurarsi che stiano effettivamente insegnando e che prendano parte i programmi culturali relativi agli Stati Uniti ed ai suoi cittadini.

Lo sponsor deve fornire agli insegnanti partecipanti le seguenti informazioni:

  • la durata e locazione del programma
  • un riassunto di tutte le componenti importanti del programma, includendo una dichiarazione scritta dei requisiti relativi all’insegnamento e degli obblighi professionali
  • una dichiarazione scritta che indichi chiaramente il pacchetto salariale fornito all’insegnante e di qualsiasi altro accordo finanziario.

Per quello che riguarda i datori di lavoro (le scuole), essi devono:

  • coinvolgere gli insegnanti nelle attività della scuola e della comunità scolastica
  • monitorare la prestazione dell’insegnante nella classe mentre sta espletando le sue responsabilità ufficiali

Il primo passo da fare per poter partecipare a questo tipo di programma è quello di contattare direttamente un’organizzazione che sponsorizza insegnanti per insegnare negli Stati Uniti. L’elenco si può trovare al seguente indirizzo.

Lo sponsor fa da supervisore alla procedura di domanda e rimane il principale contatto durante tutta la procedura del programma di scambio.

Per essere idonei a partecipare a questo tipo di scambio bisogna possedere un certo livello di conoscenza della lingua inglese.

Inoltre tutti coloro che ottengono un visto J-1 ed i loro familiari dipendenti (che entreranno con un visto J-2) devono avere l’assicurazione medica privata.

Ci sono diverse tasse da dover pagare per poter partecipare a questo tipo di scambio.

Innanzitutto, a meno di partecipare ad un programma di scambio finanziato dal governo federale, le organizzazioni che fanno da sponsor fanno pagare una tassa che varia da sponsor a sponsor a seconda della categoria di scambio, durata del programma eccetera

In secondo luogo esistono tutte le tasse relative alla domanda e all’elargizione di visto.

Chi di voi ha insegnato o insegna negli Stati Uniti utilizzando il Visto J-1?

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Comments

  1. Anna says

    salve a tutti, anche io sono una professoressa di ruolo e vorrei poter insegnare per un periodo a ny, come devo fare? Manterro’ comunque il mio posto nella scuola in cui adesso insegno?

  2. Teresa says

    Sono professoressa di ruolo da anni (A061 storia dell’arte) abilitata anche nella A028/025, sono interessata , per motivi familiari, a insegnare a NY. Sarei grata se potessi aver informazioni in merito. Grazie

  3. gilles says

    Ciao, se ti riferisci a me, ho solo contattato (telefono, mail) le scuole italiane all’estero. Gli indirizzi li puoi trovare, più o meno aggiornati (più meno che più) sul sito: http://www.esteri.it, vai alla voce “cultura” e poi su “scuole e istituzioni italiane all’estero”. Prendi gli indirizzi, manda il tuo curriculum, magari telefona anche. Fammi sapere. Il contratto è di tipo privato e non ti chiedono l’abilitazione. Lo Stato italiano ti riconosce il punteggio, ma non ti paga lui, ma il comitato privato che gestisce in loco la scuola italiana ( in genere gli stipendi sono bassi, comunque è una vita interessante che fai all’estero e ti apre la visuale).

  4. letizia says

    Ciao a me interessa tantissimo questo bando purtroppo non sono abilitata in Italia, come hai fatto ad insegnare all’estero? Dai sentiamoci a presto….

  5. gilles says

    Salve,sono un docente. Voglio raccontare la mia strana situazione. Sono italiano, ho vinto la Green Card Lottery e da 2 mesi l’ho in mano mia, e adesso sto ancora dall’Italia cercando lavoro per trasferirmi negli USA. Fino all’anno scorso insegnavo nelle scuole italiane in Sud America, ho 2 lauree nel campo umanistico, ma non sono abilitato in Italia. Voglio assolutamente sfruttare, spero nel campo scolastico (ma non solo), la mia opportunità di essere già un Permanent resident negli USA.
    Bisognba proprio essere abilitati già in Italia? eppoi, per colleges e università USA, conta avere 2 lauree o per forza fanno caso a master vari e dottorati, aldilà anche dell’esperienza acquisita?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *