Tessera Europea di Assicurazione Malattia

  • Sharebar

Soggiornando negli altri Paesi della Comunità Europea per motivi di lavoro, turismo o studio, può capitare di aver bisogno di cure mediche. Al fine la Commissione Europea ha creato la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM).

La tessera consente di recarsi presso le strutture pubbliche (ospedali, ambulatori o studi dentistici) di 31 paesi europei e ricevere lo stesso trattamento riservato agli abitanti del paese in cui vi trovate.

Inoltre, per l’assistenza ricevuta pagherete  la stessa tariffa pagata dai residenti: in alcuni paesi, ciò significa non dover pagare nulla.

Ha diritto alla tessera chiunque abbia stipulato un’assicurazione sanitaria o sia coperto dal sistema sanitario nazionale in uno Stato membro dell’Unione Europea o in Islanda, Liechtenstein, Norvegia o Svizzera.

Se andate all’estero con la vostra famiglia, ogni membro della stessa deve avere la propria tessera.

La tessera copre l’assistenza sanitaria pubblica che si rende necessaria all’estero, incluse le cure mediche collegate alla gravidanza e quelle relative al trattamento di condizioni croniche o preesistenti.

La tessera non copre i costi dell’assistenza sanitaria privata né i costi di rimpatrio, ad esempio quelli dovuti all’uso di un’eliambulanza. Non è inoltre possibile usufruire della tessera se ci si reca all’estero specificamente allo scopo di ricevere cure mediche.

Per saperne di più, visitate il sito web della TEAM:

La Tessera Europea di Assicurazione Malattia non costituisce un’alternativa ad un’assicurazione di viaggio privata. È complementare ad essa e non la sostituisce. Ad esempio, non copre il costo di beni rubati o smarriti o, appunto, i costi di rimpatrio.

La Tessera Europea di Assicurazione Malattia può essere usata nei seuguenti 31 paesi europei:

  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Cipro
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Grecia
  • Irlanda
  • Islanda
  • Lettonia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Norvegia
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Regno Unito
  • Repubblica Ceca
  • Romania
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Ungheria

È possibile ottenere gratuitamente la Tessera Europea di Assicurazione Malattia rivolgendosi al proprio ente assicurativo, dal momento che ogni paese è responsabile per la produzione e la distribuzione della tessera a livello nazionale.

Non pagate nulla a chiunque offra servizi per procurarvi la tessera a pagamento. Essa è gratuita!

Tessera Europea di Assicurazione Malattia

Tessera Europea di Assicurazione Malattia

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • nico

    Se si viaggia spesso conviene farsi una polizza tipo Europe Assistance,che copre anche spese mediche o il residuo che rimane a carico della persona .
    All’estero a seguito di malattia o altro problema di salute) potrebbe capitare di andare in ospedale per alcuni giorni o dovere fare costosi esami del sangue ecc.E quindi la fetta che si dovrebbe pagare potrebbe essere molto pesante .Meglio coprirsi le spalle.

  • Max

    Ciao a tutti,
    mi chiedevo: ma per chi viaggia per turismo anche in altri Paesi extraeuropei cosa c’è nel caso ci sia bisogna di assistenza sanitaria ospedaliera?
    E’ necessario farsene una propria?

    Grazie per la risposta.

  • nico

    Per Max: io non rischierei e mi organizzerei in proprio (te la cavi con 100/200 euro anno)
    Occhi agli USA , non sei coperto MAI dalla tua ASL
    E polizze sono più care epr andare egli USA (ma puoi farle anche per meno mesi)

  • http://liberacarmen.blogspot.com/ Carmen

    Vado spesso in Francia presso amici ma, fino ad oggi, fortunatamente non ho avuto bisogno di cure mediche. Sapete dirmi, in caso di malattia, se bisogna anticipare il pagamento del medico chiamato a casa, e degli eventuali farmaci (non da banco) eventualmente prescritti? Grazie.

  • nico

    In Francia paghi sempre medico e farmaci e a volte ospedale.Poi le fatture con le ricette le porti alla tua ASL che ti rimborsa (ma solo il 50/60% circa di quanto speso) ma solo dopo 3 o 6 mesi.
    Se invece hai anche un polizza privata ,saranno loro a pagarti tutto quello che hai speso.

  • Carmen
  • Sergio

    Ciao!
    Io sto lavorando in Germania. Oggi primo giorno di lavoro. Mi dicono che devo avere una assicurazione medica tedesca (che mi costa come 150 o piu euro al mese che vengono tolti dal lordo dello stipendio).
    Ma se con questa tessera io ho diritto a assistenza in Germania, perche´devo pagare assistenza medica tedesca?
    Sul sito http://sistemats1.sanita.finanze.it/wps/portal/CittadinoTS/Area_team leggo che la TEAM “Consente a tutti i cittadini dell’Unione, che si trovino temporaneamente in un altro Stato Membro (qualunque sia la ragione della permanenza), l’accesso diretto ai servizi sanitari del Paese ospite, alle stesse condizioni dei residenti.”
    Per cui, quele e´la trappola? Il “temporaneamente”? O che io non lavoro per una azienda italiana ma per una azienda tedesca???

  • Alessandro

    Cosa intende per Ente assicurativo? Sará l’asl?


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube