SCRIVERE IL CV IN INGLESE

L’India non è per i deboli di cuore

  • Sharebar

Elisa Iori sta svolgendo un anno di servizio civile all’estero e ci scrive da Mumbai, India.

Cosa ti ha portato in India?

In India ci sono arrivata grazie al Servizio Civile Italiano che offre la possibilità di partecipare anche a progetti all’estero.

Cosa fai di lavoro?

Io lavoro presso una charity gestita da suore che offre servizi sanitari, micro credito, supporto ad attività generatrici di reddito a donne disagiate che vivono negli slums.

Come funziona il sostentamento dal punto di vista finanziario?

Il servizio civile offre uno stipendio mensile più, solo per chi sta all’estero, vitto e alloggio garantiti. Questo mi permette non solo di essere economicamente indipendente ma anche di risparmiare qualche soldino per i prossimi anni.

E per quello che riguarda il costo della vita a Mumbai?

Fortunatamenete il costo della vita a Mumbai è davvero basso, e anche con uno stipendio minimo in Euro qui si può davvero vivere senza rinunciare a niente (per fare un esempio, una cena in un ristorante piu che discreto si aggira attorno ai 10 Euro). Unico punto negativo, gli affitti. Per avere un appartamento decente si spende tanto quanto si spenderebbe in Italia.

A chi sconsiglieresti l’India?

L’India non è per i deboli di cuore e per chi si abbatte facilmente. E’ vero che ci sono tante Indie quanti sono gli stati, le città e i villaggi, ma in generale è un paese in cui vivere non è semplice. E’ caotico, molto inquinato e decisamente disorganizzato, non esistono giorni senza imprevisti.

Esistono possibilità di lavoro per Italiani che partono all’avventura verso l’India?

Da quel che vedo in giro è pieno di espatriati che vengono qui a dirigere gli uffici distaccati di aziende europee o stagisti. Qui il mercato è in enorme espansione quindi immagino che spazio ce ne sia in abbondanza.

Che confronto faresti tra Italia e India?

Per concludere mi è davvero difficile confrontare India e Italia. Qui è tutto un’altro mondo, un’altra cultura. Ci vorrebbe un’enciclopedia per descrivere cosa c’è di diverso tra questo e il nostro paese.

Grazie Elisa e buon proseguimento di avventura!

Chi altro vuole trasferirsi in India?

Chi altro vuole trasferirsi in India?

Foto: uspn su Flickr

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Kyoko

    Ciao Elisa!
    sono contenta di aver letto il tuo articolo sull’India! Anch’io ad ottobre partirò con lo SVE ma nel sud, nella regione di Andhra Pradesh. Dato che le informazioni scarseggiano su questo luogo.. mi potresti dare gentilmente qualche dritta? :) ad esempio..anche se so che variano in base alla regione.. tu che vaccinazioni hai fatto? quali cose hai portato dall’Italia che sapevi non avresti potuto trovare in India? è facile trovare internet point? ce ne sono molti? ogni suggerimento è ben accetto!
    Grazie in anticipo e
    buon lavoro!

  • Beba

    Ciao Kyoko,
    io sto facendo lo SVE nel Tamil Nadu, a pochi chilometri dalla punta estrema a sud, dove i tre oceani si incontrano. Non credo tornerò.
    Veccini: se vai nella tua ussl sicuramente ti sapranno dire quali sono necessari e quali puoi invece decidere di fare tu. Il caso classico da valutare per chi visita questa zona dell’India si chiama Lariam, ed è l’antidoto contro la Malaria, arcinoto per il bugiardino infinito di effetti collaterali. Io l’avevo cominciato a prendere per scrupolo personale ma poi ho deciso di abbandonarlo: effettivamente non ce n’è bisogno, e considera che sono appena passati i monsoni. Ti consiglio fermenti lattici, lassativi o astringenti: la dieta locale ti pone sempre davanti a nuove sfide.
    Poi: dipende in che zona dell’Andhra Pradesh ti mandano. Nelle grandi città turistiche trovi tutto, nei villaggi (mio caso) devi arrangiarti con quello che hanno: parti comunque con una valigia leggera che poi di ricordi da comprare ne avrai una marea. Niente canottiere o shorts, se non come pijama.
    Internet point a go go! Nel mio villaggio di 4 anime sono poche le famiglie che hanno i depuratori ma un paio di internet point sono sbocciati comunque!
    Il mio consiglio per informarti in anticipo sul luogo dove vivrai è di comprarti la Rough Guide/ Lonely Planet sull’India del Sud, così magari ti pianifichi già come spendere i giorni di vacanza…non è un paese, è un continente!

    poitvangae dal Tamil Nadu!

    beba

  • Kyoko

    grazie mille Elisa seguirò i tuoi consigli! ;)
    un’ultima domanda please: come ti sei trovata con la lingua? anche lì parlano il tamil? e l’inglese lo capiscono ovunque giusto?
    scusa se ti ho disturbato
    immagino avrai tante cose da fare lì
    non vedo l’ora di essere in Indiaaaa
    Grazie infinite.


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube