SCRIVERE IL CV IN INGLESE

La Maga di OZ

  • Sharebar

Se vi interessa andare in Australia con un visto vacanza lavoro, vi consiglio vivamente di seguire il blog de La Maga di OZ.

Attraverso la sua lettura potrete capire tutto ciò che vi serve per affrontare questa avventura, scritto da qualcuno che l’ha fatto!

Ci descrivi il tuo background accademico e lavorativo in Italia?

Sono giornalista professionista e ho lavorato per anni nella comunicazione e nel turismo, ma sempre come freelance.

Perché sei partita per l’Australia?

Uno dei miei sogni (ne ho tanti, in effetti) è sempre stato quello di vivere per un certo periodo di tempo all’estero, per fare un’esperienza di vita straordinaria, conoscere nuove persone e provare a vedere se anche dall’altra parte del mondo le cose funzionano male come da noi. Avevo voglia di staccare la spina, ero stufa di tutte le porte in faccia prese negli anni, dei contrattini insulsi, delle false pacche sulle spalle…..ero un po’ stufa del sistema “Italia”.

La Maga di OZ

La Maga di OZ

Prime impressioni appena arrivata?

Una terra giovane, solare, piena di energia. Un’impressione che non mi ha mai abbandonato, dal primo giorno all’ultimo, è stato l’entusiasmo con cui mi alzavo al mattino e la voglia di fare mille cose. Sydney ti prende come in un vortice e non ti lascia più. Mi ha colpito molto la cordialità delle persone, la loro semplicità e sono rimasta impressionata da Sydney: una città enorme ma a misura d’uomo.

Con che visto sei arrivata?

Working Holiday Visa (visto vacanza lavoro)

Come hai trovato lavoro?

Ho mandato curricula ogni giorno e mi sono spesso presentata di persona. Prima di venire a Sydney avevo prenotato un servizio di assistenza in loco fornito da un’agenzia, la quale mi ha aiutato a trovare il mio primo impiego presso il Casino di Sydney, dove sono rimasta per i primi sei mesi. Ho dovuto lasciare perché questo visto ti permette di lavorare per lo stesso datore di lavoro solo per sei mesi, poi devi cambiare.

(ndr La Maga mi ha dato il nome dell’Agenzia dicendo che lei si è trovata bene mentre altri no. Ho quindi scelto di ometterlo)

A chi s/consiglieresti il tuo stesso percorso?

Lo consiglierei a tutti: giovani, adulti, famiglie.

I giovani hanno meno difficoltà di accesso, per gli adulti ci sono meno opzioni e le famiglie devono fare i conti con i bambini da sistemare nelle scuole. Ma se vieni in coppia e uno dei due ha una sponsorizzazione, il partner può lavorare il più delle volte senza problemi. Insomma ci sono diversi escamotages per farcela, e una volta risolta la parte burocratica, l’esperienza in Australia è straordinaria.

I lati negativi sono la lontananza, l’assenza di una vera e propria cultura, la differenza direi epocale tra il nostro modo di vivere e quello australiano. Ma per me questi punti era tutti vantaggi. Dipende sempre dalle persone.
Ma, davvero, non lo sconsiglierei a nessuno.

Cosa hai imparato su te stessa vivendo agli Antipodi?

Ho imparato a non prendermela troppo, a essere più rilassata, ho imparato ad ascoltare di più e parlare di meno ma non perché sia una tipica abitudine anglosassone, ma piuttosto grazie all’esperienza all’estero. Vivere da soli, lontano da casa, dal tuo mondo, dalle tue tradizioni, ti porta a metterti in discussione ogni giorno. Ti rende più forte, più riflessivo, meno istintivo. Si cresce, senza dubbio. A qualsiasi età. E’ un’esperienza destinata a cambiare totalmente l’individuo, ma non si può comprendere finché non la si vive in prima persona

Cosa consiglieresti a chi sogna di percorre le tue orme?

Di partire, il prima possibile. E di non pensarci troppo altrimenti non parti più.
Bisogna essere disposti a sorprendersi ogni giorno, essere aperti con tutti, simili e diversi, essere umili e disposti a imparare. Il nostro passato, quello che siamo stati in Italia non deve influenzare le scelte che si faranno in Australia. Bisogna imparare a staccarsi dalle proprie radici per vivere in pieno l’esperienza di vita all’estero.

Grazie Maga!

Leggete La Maga di OZ!

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Franco

    salve maga sai anche io o provato come ai fatto tu ho fatto il muratore ab Sydney lavorato su un peschereccio e altre 3 volte ho fatto il turista sono vecchio o 46 anni ma non mi arrendo a costo di finire col fare il clandestino..quella terra la amo

  • http://lamagadioz.wordpress.com/ La Maga di Oz

    Come ti capisco Franco, anche io amo quella terra. Forse non abbastanza da decidere di viverci tutta la vita. Ma devo confessarti che da quando sono tornata in Italia, l’Australia mi manca davvero tanto…

  • http://cercomoglie! mario campesato

    io vorrei capire se come straniero posso andare a vivere in Australia come cittadino però,per esempio io me ne vado a Cairns o in qualche altra città Canberra per esempio e là mi compro un bel pezzo di terreno sul quale ci faccio costruire una casa(o al limite me la posso costruire io) come potrei fare a realizzare questa cosa? Io cioè saluto L’Italia e mi stabilisco definitivamente in Australia vivendo magari anche senza un lavoro,sfruttando cioè le risorse alimentari naturali,conigli,procavie,qualche lucertola di passaggio o eventualmente praticando l’entomofagia.Per l’acqua potrei andarmela a prendere giù al fiume o scavarmi un pozzo,ma poi come è coi permessi di soggiorno o con le tasse che dovrò pagare?Difatti se io disponessi di una modesta cifra di denaro che posso anche mettere a frutto ,ma poi laggiù mi permetterebbero di vivere appartato come un eremita di seminare il granoturco e di allevarmi 4 galline?

  • http://www.movimentolibertario.it fabio (da roma)

    complimenti Maga, splendide parole.
    io dico sempre che siamo come piante: dapiccoli è facile spostarli ma poi più si cresce e più le radici affondano rendendo difficile e doloroso il ricollocamento.

    Come Franco, anch’io ho 46anni. E tutti i giorni penso ad vivere altrove e non riesco a godermi questo quotidiano. Avete presente il libro di DeLillo ‘messaggio ad un’aquila che si credeva un pollo’?

    Cara Maga, che siaAustralia o altro, spero tu possa andare presto a vivere all’estero tornando in italia -se proprio devi- come turista.

    Ciao
    Fabio

  • http://lamagadioz.wordpress.com/ La Maga di Oz

    Caro Mario, ci sono diversi visti che puoi utilizzare per rimanere in Australia e se hai tanti soldi da comprare terreno e casa penso che ottenere un visto sia ancora più facile. Ma se non disponi di così tanti liquidi, allora i visti che puoi richiedere sono sempre gli stessi e li puoi trovare alla sezione del mi blog: La Fabbrica dei visti: http://lamagadioz.wordpress.com/2011/01/07/la-fabbrica-dei-visti/
    e in ogni caso ti consiglio ti chiedere suggerimenti a un migration agent: http://www.immi.gov.au/visas/migration-agents/using/mara/

    Ciao!

  • http://lamagadioz.wordpress.com/ La Maga di Oz

    Ciao Fabio, grazie mille!
    Io invece spero di riuscire a vivere in Italia e andare all’estero solo come turista. Questo è il mio sogno adesso, e lo so che è tremendamente difficile realizzarlo.
    Se però tutti quelli che si trovano male decidono di abbandonare il paese invece che fare qualcosa per sistemare le cose…che ne sarà della nostra Italia?

  • alex

    Buon giorno, potete aiutarmi???? stiamo cercando:

    2 verniciatori di mobili (polishers) esperti di PU open booth using Airless spray equipment, no lacca experience necessaria

    2 cabine maker, falegnami artigiani specializzati in solid timber, legno massiccio

    2 wood machinery operator 1 cnc operator macchina Morbidelli

    1 general knowledge of sander and other tools.

    1 falegname esparto in fabbricazione di sedie.

    Il candidate deve avere una qualifica professionale o aver maturate almeno 7 anni di esperienza certificabile attraverso buste paga o lettere di referenze ( questo perche’ e’ richiesto per il visto too.)

    Il meglio sarebbe che avesse un livello di inglese buono perche’ gli verra’ richiesto di sostenere IELTS English test con punteggio di almeno 5 punti in ogni categoria esaminata( legger, scrivere, parlare, ascoltare) ma potremmo offrire un percorso alternative di studio in Australia alla persona motivate e giusta.

    Offriamo l’opportunita’ di ottener il visto 457 che da diritto a lavorare x 4 anni e poi richiedere la permanent residency oppure potremmo offrire uno student visa x raggiungere il livello di inglese in 3/6 mesi con possibilita’ di lavorare fino a 20 ore settimanali e poi cambiare il visto ( operazione piu’ lunga e costosa x noi.)

    Non abbiamo limitazioni di eta’ , ma il limite per chiedere residenza in Australia e’ 45 anni…..e le opportunita’ migliori sono per giovani sotto i 30 anni perche’ non anno difficolta’ con i visti e potrebbero imparare la lingua in loco al contrario degli ultra trentenni che devono sostenere un esame per ottenere i visti,

    cosa ne dite? Potreste aiutarmi con il vostro sito o facebook?

    grazie


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube