SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Classifica accessibilità al mercato immobiliare nei paesi anglosassoni

  • Sharebar

Il sito Demographia ha pubblicato l’edizione 2011 del sondaggio sulla accessibilità all’acquisto della casa nei paesi anglosassoni.

Questo può fornire utili indizi a chi sta pensando di andare a vivere e lavorare nei paesi anglosassoni ma si sta chiedendo quale sia il costo della vita e se convenga fare il “trasloco”.

Il sondaggio include 325 mercati locali in Australia, Canada, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito, Stati Uniti e, per la prima volta quest’anno, Hong Kong.

Per misurare il livello di accessibilità dei cittadini alla casa il sondaggio usa la “mediana multipla”: il prezzo mediano della casa diviso per il salario familiare lordo annuale mediano.

Questa misura viene usata comunemente per valutare i mercati immobiliari urbani ed è consigliata dalla World Bank e dalle Nazioni Unite.

A livello di punteggi, vengono usate le seguenti definizioni:

  • se la mediana multipla è oltre il 5,1, il mercato immobiliare viene definito come “severamente inaccessibile”
  • per punteggi che vanno dal 4,1 al 5,0, il mercato immobiliare viene definito come “seriamente inaccessibile”
  • per punteggi al 3,1 a quattro il mercato immobiliare viene definito come “moderatamente inaccessibile”
  • per punteggi inferiori al 3,1 il mercato immobiliare viene definito come “accessibile”.

La semplicità di questa misura consente di valutare l’accessibilità di un mercato immobiliare un numero maggiore di persone mentre altre misure, più complicate, restringono la valutazione ad esperti del settore.

In passato i valori di mediana multipla sono stati relativamente simili in tutti i mercati presi in considerazione e definivano i mercati immobiliari come accessibili.

Questa definizione è ancora valida per molti mercati negli Stati Uniti e in Canada. Negli ultimi 10 anni però la situazione è cambiata di parecchio in Australia, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito ed in alcuni mercati particolari del Canada e degli Stati Uniti.

In particolare il Regno Unito, Australia e la Nuova Zelanda mostrano livelli di accessibilità all’acquisto della casa molto bassi.

Per quello che riguarda i mercati metropolitani, definiti come quelli con una popolazione oltre il milione di persone, tutte le città australiane, neozelandesi e Hong Kong sono seriamente inaccessibili. Per quello che riguarda il Regno Unito oltre la metà sono severamente inaccessibili mentre gli Stati Uniti offrono poco meno della metà delle metropoli come mercati immobiliari accessibili.

Le metropoli più inaccessibili sono in ordine decrescente:

  • Hong Kong
  • Sydney
  • Vancouver
  • Melbourne
  • Plymouth & Devon
  • San Francisco – Oakland
  • Londra
  • Adelaide
  • San Jose
  • Brisbane

Per quel che riguarda le nazioni, fatta eccezione Hong Kong, l’Australia è la nazione con il mercato immobiliare meno accessibile con una mediana nazionale del 6,1. Seguono la Nuova Zelanda (5,3), il Regno Unito (5,2), l’Irlanda (4,0) mentre più distaccate si trovano il Canada (3,4) e gli Stati Uniti (3,0).

Per scoprire dove si piazza la vostra destinazione ideale, leggetevi il documento di Demographia.

Chi di voi vive in una nazione anglosassone? Che esperienza avete di accessibilità all’acquisto della casa?

Personalmente ci rendiamo conto che se dovessimo comprar casa adesso, invece che otto anni fa, faremmo molta più fatica ad acquistare la stessa casa nello stesso sobborgo in Australia.

Classifica accessibilità al mercato immobiliare nei paesi anglosassoni

Classifica accessibilità al mercato immobiliare nei paesi anglosassoni

Commenta su Facebook

commenti



Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Ylenia

    Sono stata di recente in Australia (un paio di settimane fa), i prezzi mi sembrano saliti alle stelle rispetto a tre anni fa. Non so se l’Australia sia nel pieno di una “bolla” oppure se la sua economia sta viaggiando a gonfie vele e si sta apprestando a diventare la nuova Norvegia, auguro a questo paese la seconda opzione. Comunque è diventata davvero cara!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube