Lavorare in Queensland per ottenere secondo visto vacanza lavoro

World Nomads Assicurazione Viaggi

Il Dipartimento di Immigrazione e Cittadinanza del governo australiano ha comunicato importanti novità per tutti coloro che stanno usufruendo o hanno intenzione di usufruire del Visto Vacanza Lavoro per l’Australia.

Chi ha intenzione di fare domanda per un secondo visto vacanza lavoro e rimanere in Australia un altro anno può lavorare per 88 giorni in ‘regional Australia’ (in pratica escludendo le capitali) espletando ‘specified work’, particolari tipi di lavoro (ad esempio il raccogliere frutta).

In seguito alle devastanti alluvioni che hanno recentemente colpito soprattutto il Queensland, il Dipartimento ha deciso che i possessori di un visto vacanza lavoro che aiutano nelle operazioni di ripulitura e ricostruzione nelle aree colpite possono far contare i giorni lavorati ai fini della richiesta di un secondo visto vacanza lavoro.

Il tipo di lavoro considerato alla stregua di ‘specified work’ include: demolizione di edifici; scavo trincee; sgombero terreni; movimento terra; costruzione o riparazione di strade, marciapiedi, ponti, parcheggi, ferrovie, dighe, fogne e sistemi di drenaggio delle acque piovane.

Per quello che riguarda il dove fare questi lavori, l’area metropolitana di Brisbane è esclusa! Se fosse stata inclusa si teme che i potentiali lavoratori non vadano nelle zone più rurali. Per controllare quali codici postali siano validi al fine di fare domanda per un secondo visto vacanza lavoro visitate il sito del Dipartimento di Immigrazione e Cittadinanza.

E’ importante precisare inoltre che il lavoro sarà considerato valido sia che sia pagato sia che sia di tipo volontario.

Se avete bisogno di assistenza per un visto vacanza lavoro per l’Australia, Italiansinfuga consiglia Migration in Motion come Migration Agent.

Guida ‘Vivere e lavorare in Australia

Lavorare in Queensland per ottenere un secondo visto vacanza lavoro

Lavorare in Queensland per ottenere un secondo visto vacanza lavoro

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta