Cosa possiamo imparare dalle vostre domande di lavoro

  • Sharebar

Cosa possiamo imparare dalle domande di lavoro che gli Italiani fanno per andare a lavorare all’estero?

Alcuni mesi fa pubblicammo un annuncio di lavoro da parte di Terravision per un posto da contabile a Londra.

Orsola Savarese ci racconta l’esito della ricerca personale.

Quale è stato il riscontro (da Italiansinfuga e dagli altri canali che avete usato) da parte di Italiani?

Il riscontro è stato abbastanza buono: durante le prime 36 ore ho ricevuto circa una decina di CV.

Cosa hai imparato su cosa offre il personale italiano per il lavoro all’estero?

Putroppo non ho imparato cose molto positive, l’annuncio diceva chiaramente che cercavamo un contabile con almeno un anno di esperienza e che avesse avuto a che fare con buste paga. Ha risposto di tutto: camerieri, animatori, traduttori, insegnanti. Ora, io capisco la buona volontà ma il mio consiglio è di non rispondere all’annuncio se non avete una esperienza del settore, in questo caso molto specifico come quello del contabile.

L’offerta di lavoro pubblicata era per personale con un minimo di esperienza, non uno stage. Se mandate i vostri CV senza nemmeno vedere cosa chiede l’annuncio, non stupitevi se ricevete una risposta sola a 50 CV spediti.

Un ragazzo ha mandato un CV in cui le uniche esperienze erano da cameriere, aveva un diploma di liceo turistico e sottolineava che non aveva mai avuto esperienza nella contabilità ma aveva tanta voglia di lavorare. Mi dispiace ma ci sono posti e figure per cui la voglia di lavorare non basta.

Quando leggete un annuncio cercate di capire se è una posizione autonoma o se vi inseriscono in una squadra. Fare parte di un team può senza dubbio agevolare i più volenterosi con magari qualche lacuna nel campo esperienza. Per posizioni tecniche ed autonome, come un contabile, un analista o un tecnico informatico, però vi sconsiglio di mandare i vostri CV se non avete nulla da offrire a parte la vostra volontà. Rischiate solo di restare delusi.

Come defineresti la conoscenza della lingua Inglese da parte dei candidati?

Il 90% dei CV è arrivato in lingua italiana quindi non saprei dire tuttavia per altre posizioni aparte il livello di Inglese offerto dagli Italiani nella maggior parte dei casi non va oltre lo scolastico.

Cosa ha dimostrato in più rispetto agli altri il/la candidato/a vincente?

Non abbiamo selezionato nessuno anzi siamo ancora alla ricerca.

Cosa consiglieresti a chi non ce l’ha fatta questa volta?

Analizzate bene le vostre credenziali e la vostra esperienza. Il lavoro che fa per voi sicuramente esiste.

Imparate a conoscervi e a scoprire quali sono i vostri limiti e a superarli. Imparate quali sono le vostre carenze che potete colmare con la voglia di lavorare e la buona volontà e quali invece quelle che sono colmabili solo con esperienza pratica.

Se è quest’ultima che vi manca cercate di acquisirla. Se vedete una posizione di stage aperta in amministrazione, fate domanda. Magari la vostra buona volontà sarà apprezzata da qualcuno che ha bisogno di formare una persona ma evitate di offrire solo buona volontà per offerte che cercano prima di tutto capacità ed esperienza.

Ricordate che soprattutto nel mondo del lavoro Inglese ci sono 4 livelli professionali: stageur (spesso pagato, poco ma pagato); Junior; Experienced e Senior.

Un livello Junior richiede già 2-3 anni di esperienza lavorativa. Se le vostra combacia mandate il vostro CV.

La concorrenza è sempre più alta al momento quindi un CV deve essere appetibile. Mettetevi nei panni del selezionatore il cui posto di lavoro dipende dalla qualità dei candidati che seleziona per l’azienda. Poi guardate il vostro CV. Se il vostro posto di lavoro dipendesse da questo, voi vi assumereste? Siate sinceri!

In bocca al lupo!

Cosa possiamo imparare dalle vostre domande di lavoro

Cosa possiamo imparare dalle vostre domande di lavoro

Commenta su Facebook

commenti






x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube