Vivere in provincia in Inghilterra

World Nomads Assicurazione Viaggi

La provincia in Inghilterra offre un’ottima opportunità per vivere in un ambiente (molto) più rilassato e meno frenetico.

Nick è un dottorando in ingegneria chimica che sta facendo ricerca in un “non-department public body” (quindi non in università) a Buxton, in Derbyshire, Inghilterra, da un anno e mezzo ormai.

Ci descrivi Buxton?

Buxton è una bellissima cittadina del Derbyshire ai confini con il Peak District National Park e a 50 minuti di treno da Manchester. Per la presenza di acque termali è stata molto importante due o tre secoli fa e lo si vede anche da alcuni bei palazzi. Tuttavia il paese è rimasto tale e quale da allora. E’ una meta turistica soprattutto per persone in cerca di tranquillità e talvolta vivere qui puó essere terribilmente noioso per una persona giovane come me.

Provincia Inghilterra

Provincia Inghilterra

Quali sono gli aspetti dell’ambiente lavorativo che trovi più difficili da abituarsi per un Italiano?

Non ho molta esperienza lavorativa per poter giudicare. Mi sono laureato all’università di Bologna un paio di anni fa, dove poi ho deciso di fare anche il dottorato poiché mi proponevano di farne almeno metà all’estero (a Buxton appunto). Qui sono in un centro di ricerca molto importante per il mio settore. Penso che si trovi a Buxton perché cosí possono fare test sperimentali di esplosioni, jet fire ecc indisturbati nelle colline del circondario. E se qualcosa va male arrostiscono una pecora.

Ad ogni modo credo che l’aspetto più difficile da affrontare non sia tanto lavorativo quanto sociale. Sia sul posto di lavoro che fuori sono tutti estremamente gentili. Tuttavia i rapporti personali non si spingono mai oltre un certo limite. Per esempio, sono estremamente rare le volte che mi sono visto con i miei colleghi al di fuori del posto di lavoro.

Essendoci stato un anno e mezzo ci dovranno essere degli aspetti positivi, ce ne parli?

Sí ce ne sono stati molti. Prima dal punto di vista professionale questa esperienza mi ha insegnato molto. Inoltre lavorare qui mi ha permesso di avere una serie di contatti in UK e anche nel resto d’Europa (perché qui ho lavorato ad un progetto europeo) che mi stanno tornando molto utili. Ho poi avuto a disposizione mezzi per la mia ricerca che prima non avevo.
Infine posso dire di aver migliorato tantissimo la lingua e di essermi fatto degli ottimi amici, anche se tutti non-inglesi.

Com’è la vita di tutti i giorni e nei weekend in una cittadina inglese?

Durante la settimana è fin troppo routinaria. E nel weekend poco cambia se non ti sposti da Buxton. Il posto più vicino dove trovare un po’ di vita è Manchester. Questo paese infatti mi è sempre stato piuttosto stretto e da quando sono qui non ho mai volato così tanto (verso l’Italia o il resto d’Europa) con le compagnie low-cost. Ora poi che la mia ragazza lavora a Dublino (Italiana in fuga come me) spesso vado là, che da Manchester sono solo 40 minuti di volo.

Come sono visti gli stranieri e gli Italiani in particolare nella provincia inglese?

Non ho mai avuto nessun problema qui in quanto straniero o italiano. La gente è gentile e il posto è fin troppo tranquillo. Mi han detto che comunque una volta era diverso e chi non era del posto veniva subito visto in modo strano. Ora però c’è la sede staccata dell’università di Derby, che ogni anno attira anche studenti stranieri (non molti ma ce ne sono), e io posso facilmente confondermi tra loro.

Cosa ti manca della vita italiana?

Non so cosa mi manca, forse nulla. L’Italia è un bellissimo paese e lo amo come potrebbe amarlo un turista. Preferisco vederlo dal di fuori, così sono capace di filtrare tutti quei problemi che da qui sembrano solo un eco lontano.
Purtroppo però tra 2 settimane dovrò tornare in Italia (spero temporaneamente) perché il mio periodo qui è finito. Infatti, nonostante mi abbiano offerto di rimanere, ho deciso che volevo fare nuove esperienze e, se possibile, finire il dottorato in un altro centro di ricerca in giro per l’Europa. E’ da un paio di mesi infatti che sono alla ricerca di un posto nuovo e sto cercando di sfruttare tutte quelle conoscenze che ho potuto collezionare in 18 mesi qui.

Grazie della testimonianza Nick ed in bocca al lupo per le nuove esperienze!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta