Vivere all’estero e lavorare con Elance

  • Sharebar

Per chi abbia l’intenzione di vivere in altri Paesi, magari con un costo della vita minore, ma sfruttando le proprie potenzialità a livello globale, Elance offre una alternativa per crearsi una carriera utilizzando internet.

Lavorare con Elance

Lavorare con Elance

Il mondo del lavoro globale sta subendo una trasformazione radicale in moltissime professioni per le quali il progresso tecnologico apre la competizione a tutti i cittadini del pianeta o quasi.

Questo cambiamento epocale sta investendo in particolare il mondo anglosassone in quanto la conoscenza dell’Inglese a livello globale rende la concorrenza da parte di lavoratori del Secondo e Terzo Mondo molto più agguerrita.

I lavoratori italiani non devono però sentirsi al sicuro da questo tsunami digitale che sta cambiando il modo di lavorare di milioni di persone.

Internet consente, ad esempio, ad un programmatore indiano, cinese o polacco di offrire i propri servizi ad aziende italiane ad una frazione del prezzo offerto da programmatori residenti in Italia.

Incorrendo un costo della vita minore nella loro patria ed avendo molta ‘fame’ di successo, questi concorrenti riescono a mettersi in luce grazie a siti tipo Elance.com.

Come funziona? L’azienda mette un annuncio di progetto su Elance.com, delineandone caratteristiche, tempistiche e budget. I lavoratori rispondono all’annuncio facendo riferimento al proprio profilo sul quale altre aziende hanno fornito ‘feedback’ sulla loro prestazione riguardante progetti conclusi.

L’azienda ‘assume’ il lavoratore per il progetto, una porzione dello stesso o anche solo per un tot di ore, a seconda del fabbisogno. Tutti i pagamenti vengono gestiti da Elance.com, risparmiando così alla ditta burocrazia e consentendo di dirottare risorse interne verso la produzione di servizi.

Elance è solo uno dei tanti esempi di questo nuovo modo di lavorare.

Al giorno d’oggi la distanza geografica è diventata meno importante per lavori che possono essere svolti usando solo un computer ed una connessione ad internet.

Questo apre molti rischi e molte opportunità per i lavoratori italiani. I rischi sono legati al numero molto più alto di concorrenti rispetto alla realtà limitata ad una città come ‘una volta’, prima di internet.

Per chi ha le qualità per competere a livello mondiale, le opportunità nascono dalla possibilità di avere a disposizione il mondo come bacino di utenza e di lasciarsi dietro un mercato del lavoro magari meno dinamico e non retribuito adeguatamente.

Questa nuova realtà non si limita a programmatori: include grafici, esperti di giornalismo e copywriting, segretarie virtuali, interpreti, consulenti vari e tantissime altre professioni.

Con un computer, internet, un buon Inglese, determinazione e pazienza ci si puo’ creare una carriera ‘virtuale’ alternativa a qualla ‘fisica’ in Italia!

Articoli con temi simili

Guida per vivere e lavorare ovunque voi scegliate

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • Andrea

    Ciao, ma poi a livello di tasse come funziona?
    Se io sono fuori dall’Italia e ricevo un pagamento per un lavoro eseguito su Elance devo pagare tasse in Italia o nel paese in cui mi trovo?


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube