Neo-laureati: se non trovate lavoro, diventate imprenditori

World Nomads Assicurazione Viaggi

David Willetts, il Ministro per l’Università britannico, suggerisce ai neolaureati di diventare imprenditori, se non si trova un lavoro da laureato tradizionale.

Secondo le definizioni classiche del lavoro da ‘laureato’, chi fonda la propria azienda non viene considerato come impiegato in un lavoro consono agli studi universitari.

Per il Ministro questo è un segnale che i neo-laureati debbano andare oltre le definizioni di carriera tradizionali perché queste non rispecchiano più le ambizioni dei giovani e la recente situazione economica.

Diventare imprenditori

Diventare imprenditori

Mike Hill, chief executive di Graduate Prospects, organizzazione che offre consigli a studenti sulle prospettive di lavoro, concorda con il Ministro e dice “ottenere un qualsiasi lavoro è meglio che non avere un lavoro”. I neo-laureati devono quindi essere più flessibili nell’attuale clima economico anche se significa iniziare dal basso o fondare la propria azienda.

“Se avete i mezzi, le doti, l’ambizione e l’interesse nel lavorare duramente, potete essere promossi velocemente. È possibile iniziare come cameriera e progredire verso una carriera nel settore della ristorazione.”

I commenti del Ministro Willetts seguono a ruota un sondaggio che rivela che le domande per corsi post-laurea nelle 50 università migliori in Gran Bretagna stanno esplodendo.

Le università rivelano che i laureati stanno iscrivendosi a masters e dottorati in attesa che il mercato del lavoro migliori e per migliorare il proprio curriculum agli occhi dei datori di lavoro.

Una portavoce delle Keele University ha rivelato che un sempre maggior numero di laureati rimangono all’università “per dare tempo al mercato del lavoro di migliorare, sperando che un ulteriore titolo di studio li renda più appetibili ai datori di lavoro. Alcuni neo-laureati stanno seppellendo la loro testa nella sabbia in modo da non doversi confrontare con la dura realtà del mondo del lavoro”.

Ma il panorama non è del tutto negativo. Le università rivelano che le assunzioni di laureati nel settore bancario sono in ripresa. Gli studenti inoltre stanno mostrando un grande interesse verso corsi universitari che consentono di intraprendere una carriera come insegnante, vista come un’alternativa affidabile.

Cosa ne pensate? Volete diventare imprenditori? Volete fondare la vostra azienda?

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta