Tre passi per trovare lavoro in Australia come cuoco

  • Sharebar

Mi scrive Marco un ragazzo di vent’anni che di professione fa il cuoco. Adesso si è trasferito a Londra per lavorare e migliorare la conoscenza dell’inglese.

Il suo sogno è quello di trasferirsi in Australia e di crescere professionalmente. La sua domanda riguarda le possibilità di lavoro per cuochi italiani in Australia.

Se siete in una posizione simile a quella di Marco ecco i miei consigli.

Innanzitutto la “tappa” a Londra è il passo intermedio migliore per andare verso l’Australia.

Imparerete l’inglese molto meglio di quello che non sappiate adesso. Questo importante perché i ristoranti in Australia vi considereranno un “rischio” minore quando gli direte, sul vostro curriculum, che avete lavorato a Londra, dimostrando che sapete lavorare in un ambiente lavorativo in cui si parla in inglese.

In secondo luogo, forse più importante, a Londra vi creerete un network di contatti australiani. Una ventina di anni fa io lavorai in un negozio di vini che lavorava a stretto contatto con alcuni dei migliori ristoranti di Londra. Mi ricordo che la presenza di giovani australiani, camerieri o cuochi, era massiccia. Facendo amicizia con costoro vi riuscirete a facilitare poi il passaggio verso l’Australia. Probabilmente tanti di loro torneranno in Australia e lavoreranno in ristoranti simili e mantenendovi in contatto con loro riuscirete a trovare un lavoro molto più facilmente quando arrivati qui in Australia.

Dopo di che si tratta di sfruttare la vostra gioventù. Avendo meno di 31 anni potete fare domanda per un visto vacanza lavoro, il visto perfetto per chi ha intenzione di esplorare l’Australia e vedere se fa per loro. Il visto vacanza lavoro vi limita a lavorare per uno stesso datore di lavoro per un massimo di sei mesi ma questo secondo me non è un problema grande nell’ambiente della ristorazione.

Riassumendo:

  1. andate a lavorare a Londra
  2. fate amicizia con australiani
  3. venite in Australia con il visto vacanza lavoro

Magari vi chiedete perché fare tre passi invece di uno solo. Perché andare a Londra prima invece di andare subito in Australia?

In realtà per alcuni di voi il salto oltre confine può essere difficile.

E’ possibilissimo che vi rendiate conto che il vivere all’estero non fa per voi, vuoi per motivi di lingua, di mentalità o di nostalgia di casa.

Quindi è meglio fare un “saltino” verso una destinazione relativamente più facile (visto che non ci vuole un visto e ci si trova a sole due ore di aereo dall’Italia) piuttosto che fare un “saltone” verso l’Australia ed accorgersi delle difficoltà solo una volta arrivati e ritrovandosi a 16.000 km di distanza.

Date un’occhiata ai lavori elencati di seguito!



Articoli con temi simili

Sette motivi per imparare l’inglese
Com’è il mondo del lavoro in Inghilterra
Com’è il mondo del lavoro in Australia

Commenta su Facebook

commenti





  • alessandra

    Ciao Aldo, ho trovato molto interessante il tuo post.Mio marito vorrebbe trovare lavoro a Londra (prima di trasferirci a Melbourne)ma non è più un ragazzo e ha già tanta esperienza accumulata negli anni in Italia,Giappone;Melbourne.
    Puoi consigliarmi qualche sito a cui rivolgermi (oltre a SEEK)per trovare lavoro?
    grazie Ale.

  • stefanoM

    prova gumtree.com!

    PS: Aldo ce l’ho fatta! Grazie mille per ogni articolo che hai scritto! Sei stato di enorme aiuto per me e per chi, chiedendo a me, riceveva i tuoi stessi consigli!

    Prossimo passo sara’ l’Australia…yahooooo!

  • giovane

    scusami se l’argomento non centra niente con il tuo contenuto.ma anche io vorrei fare il saltone in australia e sono messo bene anche in inglese.ma io non sono cuoco come te io ho solo il diploma di geometra.e ti volevo chiedere anche avevo fatto la richiesta per il visto di lavoro e mi hann detto ok ma mie’ stato detto che dura solo un anno e poi rinnovabile solo per un altro anno e poi ciao me ne dovrei tornare a casa.come potrei ottenere il visto permanente una volta arrivato li’???che tipi di lavoro potrei trovare li’???se non ti disturbo madami le tue informazioni nella mia mail(studente50@yahoo.com)

    ciao grazie mille

  • andrea

    buongiorno a tutti, mi chiamo andrea ho 34 anni e da poco ho chiuso la mia ditta di pavimentista aperta ancora 14 anni fa, purtroppo per vari motivi comunissimi, ho deciso di trasferirmi in australia e precisamente a sydney, ora sto cercando di capire come funziona il visto, che tipo e come fare per ottenerlo!ho letto sul sito dell ambasciata a roma (australiana)che per fare la richiesta ora bisogna appoggiarsi a quella di berlino, se qualcuno è gia passato per qst situazione sarei felice di esser informato. grazie ancora andrea.. bbounty@libero.it

  • dario

    ciao aldo mi chiamo e ti volevo fare una domanda sono circa 25 anni che lavoro e gestico attività tipo bar-gastronomia, e schifato dall’italia volevo trasferirmi in australia ( ci sono stato per 20 giorni in vacanza)visto che li sono molto ricercati i cuochi mi e venuta l’idea di iscrevermi ad un corso formativo di cuoco,il quale a fine corso rilascia un diploma dopo un esame, la durata e di un anno e diviso in due tronchi la prima teorica e la seconda di tirocinio in un ristorante da loro indicato con un minimo di 480 ore ,E RICONOSCIUTO IN AUSTRALIA PER LAVORARE IN UN RISTORANTE? grazie


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube