SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Confronto del tasso di disoccupazione in varie nazioni d’Europa

  • Sharebar

Trovare lavoro all’estero può essere più o meno difficile a seconda della congiuntura economica.

Per dare un po’ di prospettiva alla ricerca del lavoro oltre frontiera ho creato per voi, con l’aiuto di Google Labs e Eurostat, un grafico che illustra il tasso di disoccupazione in alcuni Paesi europei, mettendolo a confronto con il tasso di disoccupazione in Italia.

Dal grafico potete bene vedere come il mercato del lavoro in Spagna e in Irlanda stia attraversando un momento particolarmente difficile, soprattutto in Spagna dove il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 18,8% a gennaio 2010. L’Italia si trova a metà strada tra la Francia e il Regno Unito, una magra consolazione per chi il lavoro in Italia non ce l’ha.

Vi invito ad esplorare il grafico in più dettaglio. Potete farlo cliccando su ‘Explore data’ e poi selezionando un periodo più lungo di tempo o aggiungendo e togliendo nazioni a seconda di dove vi interessa emigrare.

Buon divertimento!

Commenta su Facebook

commenti


Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • http://bfred.it FedericoFromUK
  • stefano

    Il problema dell’Italia non e’ tanto una percentuale di disoccupati, ma la percentuale di occupati. Ovvero, quale percentuale degli attuali occupati ha un contratto che gli dia la possibilita’ di creare una famiglia, accollarsi un mutuo e quindi progettare un futuro?

  • diomede

    no , questa è solo una conseguenza inevitabile, il problema è che chi lavora in italia , Lavoro privato dipendente o no, deve mantenere una quantità dieci volte superiore alla media europea di persone che vivono di lavori inventati pubblico impiego, partiti, sindacati , parastatali e affini , e questo peso è talmente rilevante che non c’è spazio per crescita, investimenti produttivi e possibilità di vita degna da parte di chi produce ricchezza vera , perchè deve mantenere questo mostro affammato e sempre in crescita. Bruno

  • david

    a volte i dati non corrispondono alla realtà. oramai è diventato un classico fare riferimento o confronti con paesi come la spagna, la grecia o il portogallo. HO amici in spagna e anche da quel che ho visto, penso che il tasso di disoccupazione lì sia almeno un po’ più su di quello italiano. i disoccupati risultano di più perché magari alcuni risultnano lavorare un tot di ore , quando invece ne fanno di più, oppure, come succede altrove, che uno faccia due lavori a scapito di un’altra persona. Ma il mercato del lavoro spagnolo non mi pare poi messo malaccio…ce ne vuole per superare l’italia in questo.

  • anthony

    Il mercato del lavoro e uguale in tutti gli stati europei.

    Sono Francese di Lille e mi fanno ridere queste cose da noi non c e lavoro qualificato come in Belgio Spagna Olanda Regno Unito…. Forse c e un po meglio in Germania e Olanda …

    Ma gia ho lavorato in Belgio a Bruxelles e le tasse erano talmente alte l IRPEF e communale ero al 50% del mio netto dunque e la galera dapertuto…
    Anche noi francesi vogliamo emigrare adesso

    Gia per noi non c e del lavoro con veri diplomi allora figuratevi per degli Italiani….

  • http://samaracroci.wordpress.com/ Samara

    Credo che fondamentalmente il problema del mondo del lavoro in Italia sia che anche quando i posti ci sono, non sono di accesso pubblico, non si arriva a sapere che é aperta una posizione. Vivo in Spagna da 4 anni e due dei posti di lavoro piú interessanti che ho trovato l’ho trovati attraverso annunci in internet! Ci pensate! Parlo di lavori di buon livello, di responsabilitá, non di lavoretti. Ho riempito il formulario e mi hanno chiamata per un colloquio! In Italia, in quello stesso settore e a quei livelli, se si fosse liberato un posto, si sarebbero passati la voce tra amici e parenti e li sarebbe rimasta la cosa. Per questo poi sembra che il mercato del lavoro spagnolo, anche in crisi, abbia di piú da offrire a chi non ha buoni agganci in Italia! Peccato!


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube