SCRIVERE IL CV IN INGLESE

Costo della spesa al supermercato in Inghilterra

  • Sharebar

Un aggiornamento sul costo della vita in Inghilterra e più precisamente sul costo della spesa al supermercato.

Ho utilizzato mysupermarket.co.uk, un sito di confronto dei prezzi di quattro delle maggiori catene di supermercati della Gran Bretagna: Tesco, Sainsbury, Asda e Waitrose (Ocado).

Il sito consente di redigere una lista della spesa, di confrontare prezzi, di scambiare prodotti per risparmiare o per scegliere alternative più salutari, di cambiare catena presso la quale fate la spesa se più conveniente.

Tutte le catene inoltre offrono consegna a pagamento se vivete in una zona coperta dal servizio.

Ho cercato di scegliere prodotti più di interesse ad un Italiano e spero la lista che segue vi dia un’idea di quanto spenderete per mangiare in Inghilterra.

Ricordatevi però che il salario britannico è diverso da quello italiano!

Ecco i prezzi di Tesco. (Full disclosure: ho lavorato per Tesco dal 1997 al 2002 e possiedo ancora delle azioni)

De Cecco Penne Rigate 500g £1.49

Lavazza Qualità Oro Caffè (250g) £3.45

San Pellegrino Acqua Minerale Gassata (750ml) £0.75

Barolo Terre Da Vino (750ml) £9.99

Tesco Latte Intero (2L) £1.59

Baguette £0.65

Banana al chilo £0.50

Uova 12 £1.55

Burro 250g £1.24

Philadelphia 300g £1.82

Galbani Mozzarella Santa Lucia 250g £1.41

Piselli surgelati 1 chilo £1.48

Pelati 400g £0.99

Bertolli salsa di pomodoro e pecorino 400g  £1.89

Kellogg’s Corn Flakes 750g £2.26

Coca-Cola 2L £1.56

Alberto VO5 Shampo £2.12

Articoli con temi simili

Costo spesa supermercato in Australia

Commenta su Facebook

commenti


Come superare il Colloquio di Lavoro in voli economici Assicurazione viaggi Impara le lingue con babbel

non regalare soldi alle banche usa transferwise

VOLI ECONOMICI




  • Max

    Ciao Aldo,
    grazie sempre per le tue notizie, i tuoi post sono sempre interessanti.
    Mi interesserebbe sapere dell’Inghilterra e precisamente di Londra, come va il mercato immobiliare per l’acquisto di appartamenti, se hai qualche informazione da darmi per le zone di Londra dove per ora si puo’ acquistare a buon prezzo in zone che magari per ora non sono ben servite (metropolitane e quant’altro) ma che nel futuro lo diventeranno. Per esempio, ho saputo che la zona di Canary Wharf, un tempo era brutta e paludosa, ora è diventata bellissima e moderna. Quindi se hai notizie in merito potresti informarmi sulla situazione attuale? Vorrei poter vedere il piano regolatore della città ma non saprei dove reperirlo, se hai un sito da segnalarmi te ne sarei grato.
    Un altro cosa ancora vorrei chiederti: in Inghilterra è permesso apportare cambiamenti all’interno delle case? Per esempio: modificare le pareti interne o farne altre? Anche in questo caso a chi mi dovrei rivolgere per le autorizzazioni nel caso occorressero?
    Grazie sempre.
    Max

  • Alex

    Copio dal sito di Paolo Attivissimo, che ha lavorato per anni in Inghilterra ( http://www.attivissimo.net/me/motivi_italia_uk.htm )

    “Scegliete, se potete, il nord dell’Inghilterra, dove il costo della vita è davvero molto più basso che al sud. Evitate tassativamente Londra, dove la vita è troppo cara persino per la maggior parte degli inglesi. [Paolo Attivissimo]”

    In generale bisognerebbe evitare le capitali (Londra, Parigi, Vienna, ecc.), dove il costo della vita è più alto, e puntare sulle città medio-grandi. Londrta poi è diventata la residenza di tutti i ricconi (scieicchi, russi, celebrità americane, ecc) in fuga dal fisco (pensate a Valentino Rossi). Senza dubbio ci saranno i quartieri per studenti, meno cari. Sento dire anche che all’estero i treni sono parecchio più cari, e questo rende difficile visitare una città d’arte abitando in una a 100-200 km di distanza. In più fuori dalle capitali si rischia di trovare varianti dialettali della lingua locale (inglese di Liverpool, tedesco bavarese, francese del Nord, ecc.). In generale chi vive in affitto e si mantiene con lavoretti in gastronomie non dovrebbe puntare alla megalopoli, per quanto grande sia la voglia di vivere in una città-museo.


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube