Che città scegliere per emigrare in Australia?

World Nomads Assicurazione Viaggi

Un Lettore del blog mi chiede consigli su che città scegliere per emigrare in Australia. Pubblico, con autorizzazione, la sua e-mail per farvi capire i suoi dubbi che magari sono pure i vostri. Rispondo a seguito della sua missiva.

” …. capisco che certe cose siano soggettive, cmq ti spiego, la mia idea é venire li, sono venuto in “perlustrazione” a settembre per 1 mesetto,
sono stato a Sydney, Melbourne e Perth, diciamo che non sono stato tantissimo ma neanche pochissimo e ho cercato di vedere le cose con occhio critico e non quello del semplice turista, anzi del turista ho fatto ben poche cose, risultato: Sydney é veramente tanto affascinante e un po caotica, io dico bella e dannata, Melbourne mi ha un pò deluso, ne avevo sentito parlare talmente tanto e bene che forse mi ero creato delle idee/aspettative sbagliate o esagerate e forse anche il clima pazzo ha contribuito, Perth molto più tranquilla e meno caotica delle altre due mi é piaciuta molto, curata, grandi spazi verdi curati, diciamo se vuoi più a misura d’uomo, ora per me un posto vale l’altro e sono veramente imbarazzato anche se inizialmente avevo optato per Perth, ora però mi sembra di capire da notizie e contatti, tipo una delle ragazze che lavora per una società che organizza i corsi del TAFE con cui sono in contatto, che Perth stia soffrendo più delle altre città in Australia questa crisi mondiale per via del minerario etc. etc., lei vive proprio a Perth quindi le info sono attendibili, a Melbourne invece mi pare dalle info che ho visto anche nel blog che sia in forte crescita e sviluppo, anche se credo che pure loro un pochino soffriranno questa crisi, diciamo che a me quello che mi interessa é cercare di inserirmi velocemente per tutto, mi dovrei fare un corso di inglese prima e uno di specializzazione professionale dopo, e nel frattempo max 20 ore settimanali di lavoro quindi capisco che mi devo adattare, nelle mie progettualità calcolavo anche il costo della vita (casa, corsi, il quotidiano, spostamenti, cibo, etc. etc.) e mi sembra che a Perth tutto costi di più, correggimi se sbaglio, da quà rendersi conto non é semplice, comunque la morale é che ho rimesso in discussione tutto e non riesco a arrivare a una decisione, ora non chiedo a te di decidere per me, ci mancherebbe, ma hai qualche info su Melbourne? tipo il costo della vita, con il lavoro se ci sono opportunità, a Sydney c’é un mio amico che vive li da 10 anni e mi ha saputo dare delle informazioni precise e attendibili sulla stessa, mi dice che lavoro se ne trova, chiaramente come dicevo prima bisogna avere capacità di adattamento almeno all’inizio, insomma devo prendere una decisione e mi manca ancora qualche elemento, se puoi essermi utile.”

Innanzitutto consiglierei di evitare una decisione fondata sulla crisi finanziaria globale, sulla crisi del settore minerario, eccetera. L’anno scorso di questi tempi eravamo tutti ricchi, tutti geni della finanza, il Western Australia era la nuova terra promessa grazie alla Cina per la quale si scavava tutto quello che c’era da scavare. Ora siamo tutti poveri, sull’orlo dell’abisso. Secondo me la verità sta a metà strada. Sì la situazione è peggiorata ma non quanto i media tradizionali ci stanno banchettando sopra. Consiglierei invece di concentrarsi sul medio e lungo termine.

Io vivo a Melbourne ma ho visitato per lavoro e vacanza sia Sydney che Perth.

Secondo me, sono tutte città stupende e consigliarne una piuttosto che l’altra mi sembra riduttivo, soprattutto considerato che tutte le città capitali di Stato australiane sono continuamente ai primi posti di tutte le classifiche mondiali di vivibilità.

Vorrei ricordare a tutti che le città australiane sono abbastanza simili tra loro. Le similitudini sono molto maggiori che non le differenze. Le città sono enormi con un Central Business District (CBD, la City) pieno di grattacieli ed i sobborghi che lo circondano per chilometri e chilometri con case ad uno o due piani.

Le differenze tra le città australiane sono quasi insignificanti quando facciamo il confronto tra la città ‘tipica’ australiana e le città italiane. Se state pensando di emigrare, vi consiglio di non preoccuparvi più di tanto di che città australiana andate a vivere ma del fatto che vi spostate da una città italiana ad una metropoli australiana.

Veniamo alle differenze che secondo me sono importanti per scegliere una città australiana piuttosto che l’altra.

Innanzitutto il clima. Melbourne è famosa per avere ‘quattro stagioni in un giorno’, un tempo molto variabile con estremi di caldo brevi ma terrorizzanti (45 gradi). Sydney è meno fredda d’inverno, meno calda d’estate ma più umida tutto l’anno. Perth ha forse il clima migliore. Adelaide è più calda di Melbourne. Brisbane è la più umida vista la vicinanza ai Tropici.

Economia. Sydney e Melbourne sono dei mini-stati avendo più di tre milioni e mezzo di persone. La loro economia è più bilanciata e meno suscettibile ai boom tipo Perth e Brisbane (entrambe sul milione e mezzo, due milioni di persone). Adelaide ha meno profilo dal punto di vista economico ma è comunque importante.

Insularità. Questa è forse la pecca maggiore di Perth che è la capitale più isolata del mondo. Ci vogliono tre ore di aereo per andare ‘fuori città’, inteso come in un altro posto di rilievo. Quelli di Perth magari non sono d’accordo ma la sensazione di lontananza per me sarebbe troppo forte. Le altre città sono sì isolate ma non così tanto. Melbourne e Sydney sono le uniche città che attragono eventi culturali di livello mondiale.

Per quel che riguarda i costi della vita di tutti i giorni, sono relativamente simili. Sydney costa di più ma non abbastanza da renderla famosa come Londra dove i salari includono un ‘London weighting’, un tot in più per fare lo stesso lavoro, per consentire di gestire i costi extra della vita a Londra.

Insomma io consiglio a tutti di scegliere la città australiana che vi piace di più e non preoccuparvi più di tanto della relativa situazione economica perchè quest’ultima cambia mentre le caratteristiche di fondo rimangono.

Spero di essere stato d’aiuto.

Se avete visitato città australiane fatemi sapere qual’è la vostra preferita!

Per ricevere aggiornamenti di Italiansinfuga.com nella vostra casella postale elettronica,
Iscrivetevi alla newsletter di Italiansinfuga

Seguitemi su Twitter, cercate il profilo ‘italiansinfuga’!

Su Facebook, diventate amici con ‘Italians Infuga’!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta

Comments

  1. Giuseppe says

    Secondo me Melbourne per gli italiani e la migliore sia per il suo essere la più europea sia per la numerosissima comunità italiana che vi risiede, bisogna solo sopportare il suo clima iper variabile. Spero di andarci fra qualche anno,ora ho 19 anni e devo prima specializzarmi in un lavoro, poi nessuno potrà fermarmi!!!
    Un saluto a tutti Giuseppe

  2. pasquale says

    sono un ragazzo di 26 anni e per via del pessimo andamento dell’economia italiana vorrei spostarmi,e credo che l’australia possa darmi quello che voglio,sia dal punto di vista lavorativo che climatico dato che per me e di fondamentale importanza stare in città che abbiano un clima caldo e vicino al mare voi cosa mi consigliate?

  3. anna says

    “quando scegliete una citta sceglierete un posto preciso dove vivere, ” infatti questo concetto da te esposto che avevo anche io pensato un po’ mi fa paura dell australia, la troppa distanza da ovunque anche dalle stesse citta della nazione, vivere e morire nello stesso punto ne piu ne meno

  4. Fabio says

    Ciao a tutti…

    volevo fare una domanda, spero non banale, ma che mi gira per la testa da quando ho iniziato a leggere i vostri vari interventi sull’Australia in generale. Da appassionatissimo motociclista volevo chiedere se l’Australia ti permette di portare avanti questo hobby.

    Qual’è la città con “periferia” più favorevole a scampagnate in moto?

    Esistono circuiti liberi al pubblico in cui girare in moto? vedi in Italia, Monza, Franciacorta, Mugello ecc…

    Esiste infine, la possibilità di portare una moto dall’Italia e immatricolarla per la circolazione in Australia?

    Grazie mille.

    ciao ciao

  5. Isakrumm says

    Tra un mese parto per Melborne, non perché abbia scelto questa città di proposito, ma perché ho un colloquio di lavoro come sommelier in un ristorante italiano. Non ho mai avuto il mito dell’Australia e quindi non mi sono mai documentata ma mi è molto utile leggere su questo forum per capire meglio. Mi chiedo solo una cosa: poiché partirò con il visto turistico di 3 mesi e ho intenzione di cercare lavoro, pensi che non sarà così difficile trovarlo e quindi ottenere la sponsorizzazione dall’azienda o ente che ti assume per un visto lavorativo almeno di un anno? Parlando di altro, dovrei ignorare la mia racnofobia? possibile che i ragni siano anche nelle città?? Grazie!

  6. Fra says

    Subito dopo essermi diplomata sono partita per motivi di lavoro, quindi ho “maturato” l’idea di vivere lontano da casa e di autogestirmi economicamente. La cosa che mi fa pensare su riguarda la troppa distanza da una zona all’altra. Sono abituata a spostarmi con mezzi, d’altronde vivendo a Londra non puoi far altro! In più sono gli animali coi quali dovrei conviverci..io ho una paura folle dei coccodrilli..per non parlare dei goannas… terrificanti! Ma come dici tu bisogna accettare tutto se si vuole fare questa esperienza! Io ho sempre sognato l’ Australia come posto mio per viverci per un pò! Spero di andarci presto perchè sento che lì c’è qualcosa di mio che mi aspetta!
    Grazie per le info
    Buona giornata
    Ciao 🙂

  7. says

    l’Italia si deve lasciare perchè per glli onesti è invivibile.Chi ha un lavoro non ha più tempo libero ed è ridotto quasi a schiavitù per non arrivare neanche a fine mese.figli non ne puoi fare ( a chi li lasci se lavori?). Un paese che fa lavorare i vecchi per lasciare a poltrire i giovani senza lavoro è vergognoso. e nonostante le tasse si portino via tutti i tuoi sacrifici, niente funziona!!!!
    ma come si fa a chiedere perchè?

  8. Luca 75 says

    Sono stato due anni fa a Sydney, in particolare a Maroubra Beach da parenti, città favolosa se non avessi un’attività imprenditoriale qua in Italia andrei subito….. ho girato un pò, Camberra la capitale secondo me è desolante per un italiano, una cittadina favolosa secondo me è Coofs Harbour, tra Sydeny e Brisbane, cittadina sul mare (favoloso per le immersioni ma senza barriera corallina) con delle dolci colline che sembrano quelle del prosecco dalle mie zone ma che al posto delle viti hanno le banane !, parlando con i miei parenti c’è abbastanza lavoro e non si è isolati….
    Cmq w l’Australia

  9. Dario C says

    Qualcuno di voi può paralre di Adelaide? che prospettive di lavoro ci sono per un perito elettrotecnico? grazie

  10. Gyongyver says

    Brisbane sembro che andra bene per me e la mia famiglia.Sicuramente ne anche un paese non si asimiglia con la Italia ,ma per me la problema e di vivere meglio.

  11. says

    Posso parlare solo per la breve esperienza di 1 mese a novembre, ma concordo con tutto quanto detto in risposta alla lettera iniziale.
    Se posso are un parere, delle Capitali secondo me la più vivibile è Adelaide, nel senso di media tra livello economico, clima, dimensioni, caos, distanza dalle altre. Vengo da una piccola cittadina (Fossano CN) di 25 mila abitanti e quindi ragiono su canoni diversi, ma Adelaide mi ha dato l’impressione di essere un paesone più che una capitale.
    Resta il fatto che tutte sono fantastiche.
    E a chi dice che l’Italia è meglio… prima provare, poi parlare

  12. william says

    Grazie per questa mail, è un pensiero credo molto equilibrato sull’australia, e mi ha schiarito ulteriormente le idee su che città scegliere. William

  13. Marco says

    Allora, sicuramente dovrò visitare Perth e Brisbane in prima battuta, poi Sydney e Melbourne! Beh, appena ci vado vi faccio sapere! 🙂
    ciao!

  14. says

    Da turista appassionato d’Australia posso aggiungere qualche considerazione alle già ottime di Aldo.

    Sydney è una vera metropoli, forse il simbolo del terzo millennio, stupefacente per il turista, pur non essendo sul mare (ma in un fiordo di acqua dolce) le spiagge sono a due passi, però il clima non è dei miliori per chi cerca una “primavera tutto l’anno”.

    Perth a me è piaciuta moltissimo per la sua tranquillità, il suo isolamento, ideale per le famiglia direi. Me l’avevano descritta come più economica di Sydney, però a me non è sembrato. Se dovessi scegliere io andrei ad abitare in questa città, o meglio, a Fremantle, cioè nella sua località di mare più vicina (Perth è lungo un fiume a qualche decina di km dal mare). Scordatevi vita notturna. E poi sarà anche la città più isolata al mondo però da Milano è molto comoda: ci sono arrivato in 18 ore e un solo scalo a Dubai con Emirates. Una passeggiata rispetto alle massacrate di altre compagnie che aggiungono almeno anche uno scalo in più (escludendo Etihad).

    Brisbane: per mia opinione è la più economica, con la gente più simpatica e alla mano, una dimensione più umana di Sydney. Anche lei non è sul mare, ma lungo un fiume, ma ha ottime lagune artificiali dove mi dicono si può fare il bagno per 10 mesi all’anno. Clima troppo umido per miei gusti (altrimenti sarebbe la mia preferita), certamente più vivace culturalmente di Perth, ma mai come Sydney (e immagino Melbourne). Se potessi vorrei nascere poco più a sud a Byron Bay e fare il surfista (ho già prenotato per la mia prossima vita).

    Darwin e Alice Springs: molto diverse ma accomunate dall’atmosfera di città di frontiera. Hanno un loro fascino.

    Cairns: una grande Rimini. Orribile. Un gioiellino invece il villaggio di Kuranda.

    Non ho ancora visitato Adelaide e Melbourne, però un amico è appena tornato dagli open di tennis e di quest’ultima è entusiasta, la preferise a Sydney.

    IMHO

  15. says

    Ciao Val Tidone,
    Premetto che nullo ha da dire contro l’Italia, considero Roma la più bella città al mondo e mi piace vivere qui (Monza), però ti garantisco che l’Australia è eccezionale, fino quando non l’hai provata non puoi capire: è appena tornato un mio amico a cui avevo consigliato questa meta per un suo viaggio, la sua prima email dopo il ritorno in Italia è stata per dirmi che … vuole tornare là al più presto!

  16. says

    Premetto che nullo ha da dire contro l’ Australia o qualche altro paese Mi permetto solo di sottolineare come la nostra Italia, pur con tutti i suoi problemi, rimane il più bel posto al mondo, quindi proprio non capisco per quale motivo la si dovrebbe lasciare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *