Dieci motivi per NON emigrare in Australia

World Nomads Assicurazione Viaggi

western australia

Nell’interesse della par condicio così in voga in Italia, dopo avervi dato otto motivi per emigrare in Australia, ecco i miei dieci motivi per non emigrare in Australia!

È lontana. Non si scappa, di più lontana c’è solo la Nuova Zelanda. Per tornare in Italia ci vogliono minimo 36 ore da porta a porta.

La storia. Che non c’è. L’Australia ospita gli aborigeni, il popolo più longevo della Terra, che però non hanno creato città, monumenti, scrittura eccetera. La colonizzazione Britannica è vecchia di due secoli quindi l’impatto arrivando dall’Italia e dalla sua storia millenaria è veramente notevole.

Neve. Che, di nuovo, non c’è. A dir la verità c’è ma bisogna guidare minimo tre ore da Melbourne o Sydney, mentre non se ne parla dalle altre capitali. Le stazioni sciistiche della neve sono poi a bassa quota per cui la copertura nevosa è sempre una scommessa e le discese non sono impegnative. Per uno come il sottoscritto, cresciuto a 20 minuti dai campi nevosi delle Alpi, è dura…..

L’Australia è piatta. È il continente più piatto, la sua cima Coppi è il Monte Kosciuszko, quota 2.228 metri sul livello del mare. Se vi piace l’alpinismo, l’Australia proprio non fa per voi.

La dipendenza dall’automobile. A causa della dispersione delle città bisogna andare in macchina in pratica dappertutto. Questo crea sobborghi ai quali manca un’anima soprattutto quando si arriva da paesini italiani.

Il fuso orario. A seconda della stagione la differenza con l’Italia varia dalle 8 alle 10 ore. Questo causa difficoltà notevoli nel mantenere amicizie a distanza. In Australia siete stanchi e pronti ad andare a dormire mentre i vostri amici Italiani sono belli arzilli mentre fanno colazione. In genere poi vi perderete i grandi eventi sportivi perchè gli orari sono organizzati in modo da soddisfare i mercati europei e statunitensi.

Animali pericolosi. L’Australia è la patria di animali che vi possono uccidere senza problemi. Squali, serpenti, ragni, meduse, coccodrilli, goannas eccetera. La vita all’aria aperta è piena di potenziali pericoli però tranquillizzatevi, io in sei anni di Australia ho solo visto due serpenti e due goannas….

L’isolamento culturale. Quando emigrate in una città, ad esempio Melbourne, sarete al corrente di cosa succede a Melbourne ma non Sydney, Perth o Brisbane. I giornali e le stazioni televisive si occupano solo della città in cui trasmettono per cui non siete esposti a quello che succede nel resto dell’Australia.

Il mercato immobiliare. È uno dei più sopravvalutati al mondo e fa impallidire Milano e Roma per quello che riguarda l’abilità ad acquistare o affittare casa.

Il sole. È bellissimo e splende spessissimo ma brucia che è una meraviglia. Io scotto facilmente, 10 minuti d’estate all’aria aperta bastano a trasformarmi in aragosta e tutti in Australia usano ‘sunscreen’ 30+ per evitare danni di lungo termine.

Se questi motivi vi creano dubbi sull’emigrazione in Australia vi consiglierei di pensarci bene!

Per quel che mi riguarda questi dieci lati negativi non sono importanti tanto quanto i dieci lati positivi ed eccomi quà felice e contento!

Fatemi sapere cosa ne pensate!

[powerpress]

Guida ‘Vivere e lavorare in Australia’

Per ricevere aggiornamenti di Italiansinfuga.com nella vostra casella postale elettronica, Iscrivetevi alla newsletter di Italiansinfuga

Seguitemi su Twitter, cercate il profilo ‘italiansinfuga’!

Risparmia quando trasferisci soldi all'estero

come risparmiare con il cambio valuta