Globalizzazione forza lavoro e il suo impatto su di te

  • Sharebar

Secondo uno studio di KPMG International intitolato “The Global Skills Convergence: Issues and Ideas for the Management of an International Workforce”, l’offerta di manodopera nelle maggiori economie del mondo è prevista in severo declino nei prossimi dieci anni, creando sfide per imprenditori e opportunità di migrazione verso queste nazioni per la manodopera globale.

Il pensionamento della generazione baby boomer (nati dal 1946 al 1961) ed una lacuna di appartenenti alla Generazione Y (nati dal 1976 al 1991) che la rimpiazzi ha già causato un ridimensionamento della forza lavoro in nazioni tipo il Giappone, Australia, Canada, Cina, Nuova Zelanda, Regno Unito, Stati Uniti, la maggior parte dell’Europa Occidentale e altre nazioni nel vicino futuro.

L’autore principale dell studio, Bernard Salt, un partner di KPMG Australia, dice “L’aumento della globalizzazione, unito agli effetti di ciò che può essere chiamata la “faglia demografica”, presenterà delle sfide alle multinazionali impreparate al cambiamento. Il nostro studio sostiene che la mancanza di manodopera causerà ciò che noi chiamamo “convergenza globale di capacità”, un flusso di lavoratori tra il mondo sviluppato e quello non sviluppato aiutato da una diminuzione delle barriere geo-politiche. Aziende devono essere pronte a gestire le loro forze lavoro in questa nuova realtà”.

“Ciò sarebbe il culmine dalla visione di Thomas Friedman di un mondo piatto: in primo luogo la globalizzazione del capitale, dopodichè l’informazione e la tecnologia, adesso la globalizzazione di talento e lavoro”

”Il volto della forza lavoro internazionale sta cambiando. Lavoro e talento migreranno tra nazioni. La Generazione Y ha già una prospettiva globale grazie a internet ed alla convenienza di viaggiare. Porta questa mentalità in azienda e cerca opportunità globali per migrare ed avanzare la propria carriera.”

”Chiaramente le multinazionali continueranno ad appoggiarsi sempre di più a emigranti ed all’assunzione di talento locale di qualità e questi processi richiedono una delicata gestione strategica”

Meditate, gente, meditate.

In pratica vuol dire che quando, se, i vostri genitori andranno in pensione, vi ritroverete in competizione per il posto di lavoro con individui di qualita’ da tutto il resto del mondo.

Che ne pensate?

Commenta su Facebook

commenti


non regalare soldi alle banche usa transferwise



  • Luca

    Ciao Aldo, sono capitato su questo sito cercando un modo per arrivare in Australia. Vorrei, se possibile, confrontarmi con te ma non riesco a trovare il tuo indirizzo di posta elettronica. Fammi sapere come possiamo metterci in contatto. Ti ringrazio anticipatamente. Ciao

  • admin

    Ciao Luca

    contattatemi tutti su italiansinfuga@gmail.com

    A presto

    Aldo

  • Andrea

    Ciao complimenti per il sito davvero ben fatto,
    io vorrei venire in austrlia per stduio /lavoro, com’è vista la laurea triennale italiana lì?

  • admin

    Ciao Andrea

    purtroppo adesso dimostrero’ la mia eta’ dicendo che quando lasciai l’Italia, la laurea triennale non c’era ancora quindi non so esattamente di cosa si tratta.

    Immagino che sia possibile che alcuni esami possano essere riconosciuti se hai intenzione di continuare gli studi ma non sono sicuro. Rivolgiti a http://forum.boardaustralia.com/index.php per trovare uno piu’ esperto di me.

    Per quel che riguarda il lavoro, se vuoi usare gli studi dipende molto dal ramo e dalla tua conoscenza dell’Inglese.

    fammi sapere se posso essere d’ulteriore aiuto.

    In bocca al lupo


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube