Conflitto di interesse stile australiano

  • Sharebar

Vorrei proporvi un’alternativa alla discussione sul conflitto di interesse così in vigore in Italia.

Qui in Australia, Therese Rein, moglie dell’attuale primo ministro Kevin Rudd, decise prima delle elezioni che diedero il potere al marito di vendere la filiale australiana della sua ditta.

Qual’è l’importanza di questa decisione? L’azienda della signora Rein era una agenzia di collocamento che si occupava in primo luogo di re-inserimento nel mondo del lavoro di disoccupati di lunga data ed i principali contratti erano forniti dal governo australiano.

A diciotto anni dalla fondazione, nel 2005 l’azienda, Ingeus, registrò vendite di 175 milioni di dollari, impiegava 1.300 persone in 66 filiali in Australia, Gran Bretagna, Francia e Germania.

La signora Rein annunciò che avrebbe venduto il ramo australiano dell’azienda perchè “sarebbe improprio che la mia ditta riceva anche un solo dollaro dal governo australiano se mio marito fosse eletto primo ministro”.

Lungi da me suggerire che le azioni della signora Rein rappresentino la totalità del mondo politico australiano ma vi danno un’idea della mentalità che vige qui in tema di conflitto di interesse.

Voglio anche chiarire che io non ho votato per il partito di Rudd alle ultime elezioni federali e che mi interesso poco o niente di politica.

Cosa ne pensate rispetto alla situazione italiana?

Commenta su Facebook

commenti





  • Giorgio

    Ciao Aldo, ecco dove diamine eri finito! Un saluto da un tuo coetaneo di Borgo che si trova ancora a Borgo :) Darei una costola per venire in Australia, ma ormai le mie radici sono affondate in questo piccolo mondo, e mia moglie Michela (tua compagna di scuola alle elementari) non ha più voglia di affrontare imprese del genere.

    Good luck,

    Giorgio


x

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.

Facebook

Google Plus

YouTube